Florez “incoronato” dal Consiglio Comunale in cui passa la modifica dello statuto della Fondazione Olivieri

di 

26 luglio 2016

Juan Diego Flórez e il sindaco Matteo Ricci

Juan Diego Flórez e il sindaco Matteo Ricci

PESARO  – E’ stato il Consiglio comunale di Juan Diego Florez, il tenore peruviano nato “artisticamente” al Rossini Opera Festival, a cui ieri l’assise ha conferito la cittadinanza onoraria di Pesaro. L’artista ha fatto il suo ingresso in Consiglio alle 17.30, accompagnato dalla moglie e dal sovrintendente del Rof Gianfranco Mariotti. “Quella con Florez è una storia d’amore, filata liscia come una favola”, ha esordito Mariotti. Nel 1996 Juan Diego era un giovane di 23 anni, a Pesaro per una piccola parte in un’opera del Rof. Ma poi il destino lo ha preso per mano e portato sulle scene di tutto il mondo. “Da lì infatti è iniziata una delle più strepitose carriere internazionali. Con Pesaro ha un legame stretto e affettuoso, limpido. C’è un feeling reciproco che non ha alcuna ombra”, ha proseguito il sovrintendente.

 

Il Consiglio

Oltre sei ore di Consiglio ieri, durante il quale sono state dibattute importanti delibere, tra cui quella relativa agli indirizzi per modificare lo statuto della Fondazione Ente Olivieri, approvata con il solo voto della maggioranza. L’assise si era aperta con la discussione di interrogazioni e mozioni. In particolare, la mozione d’urgenza presentata dal M5S riguardante via Kolbe che chiedeva di istituire il doppio senso di circolazione di marcia di tutti i veicoli su via Bondei (sottopasso San Decenzio), è stata approvata dall’assise (con 23 voti favorevoli e 7 astenuti).

Botta e risposta tra Edda Bassi e l’assessore Sara Mengucci sull’interrogazione presentata dal M5S con la quale si chiedevano informazioni a proposito di una mozione – presentata l’anno scorso – relativa alle ‘linee di indirizzo per l’assistenza alle persone in stato vegetativo e stato di minima coscienza’.

E un ampio dibattito – una dozzina di interventi – è scaturito anche dalla mozione presentata dal M5S sulla realizzazione del nuovo bocciodromo in via dell’Acquedotto. Ha esordito il sindaco che ha illustrato i progetti dell’area, ribadendo che il bocciodromo “sarà il perno intorno al quale girerà la riqualificazione di tutta la zona, che diverrà un’area di grandi opportunità. Il progetto può diventare multifunzionale”. Per la consigliera Milena Signorotti “si tratta di capire di che struttura stiamo parlando. Sarà infatti un luogo sociale, non solo sportivo”. Al termine la mozione è stata bocciata.

Il Consiglio ha anche approvato le tre delibere di bilancio presentate dall’assessore Antonello Delle Noci, successivamente è stato eletto il nuovo componente dell’Ufficio di presidente: Carlo Rossi sostituirà Francesca Fraternali.

Via libera anche alle delibere di urbanistica presentate dall’assessore Stefania De Regis, così come a quella relativa ai lavori di riqualificazione e valorizzazione del centro storico di Pesaro. Il Consigliere Bettini ne aveva chiesto il rinvio (“Non abbiamo visto i progetti”), ma gli atti erano disponibili on line, per cui il dibattito è andato avanti e si è concluso con l’approvazione.

Infine, ancora Bettini che con una mozione d’ordine ha chiesto di ritirare la delibera sugli indirizzi per la modifica dello statuto della Fondazione Ente Olivieri, contestandone l’iter di approvazione.  Secca la replica del vicesindaco Vimini: “Con questo voto diamo mandato al Sindaco di rappresentare il Comune nell’assemblea dei soci dell’Ente, che promulgherà lo statuto rinnovato. Da lì finalmente potrà iniziare la fase di riorganizzazione e mettere la Fondazione Olivieri nella piena operatività tecnica e gestionale”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>