Alma: niente più tassa da 250mila euro. Il Fano si prende i galloni di ammesso di diritto (e non ripescato) alla Lega Pro

di 

29 luglio 2016

senza-titolo-84FANO – Come aver vinto uno, due o tre campionati nella stessa estate. Prima – cioè a maggio – l’Alma Juventus Fano ha chiuso il campionato di serie D al secondo posto per il secondo anno consecutivo, poi vi ha aggiunto la vittoria dei playoff e, a ruota, il diritto al ripescaggio per un’ottima graduatoria. Ora, dopo la faticosissima decisione di pagare l’infinitamente discutibile tassa da 250mila euro a fondo perduto, anche quello sforzo viene ripagato con la restituzione del malloppo.

I 250mila euro pronti ad essere depositati lunedì scorso a completamento dell’iscrizione in Lega Pro attraverso la porta secondaria del ripescaggio, verranno infatti restituiti alle casse granata dopo la tripla rinuncia per inadempienze in fase di iscrizione di Lecco, Campodarsego e Caronnese. L’ultima, decisiva rinuncia, è proprio quella del Lecco. Che comunque non demorde e attende chiarimenti ufficiali.

Immensa soddisfazione per la società del presidente Claudio Gabellini e di un Fano che può sostituire lo Sporting Bellinzago come società avente diritto. E accedere alla Lega Pro con questo status anzichè come ripescata. Per tutto questo bisognerà attendere il Consiglio Federale del 4 agosto che ratificherà il tutto ma intanto, quei 250mila euro, potranno alleviare e non poco gli affanni di un calciomercato più adeguato ad affrontare la terza serie.

Intanto prosegue il lavoro della squadra di Cusatis dal ritiro di Frontone. Domenica l’Alma affronterà in amichevole (alle 17.30) proprio la selezione locale della Frontonese.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>