Volley A2 femminile, un calendario che non fa bene alla pallavolo

di 

29 luglio 2016

PESARO – La Lega Pallavolo Serie A Femminile ha pubblicato i calendari della prossima stagione in serie A1 e A2.

Lasciamo da parte la massima serie per occuparci della seconda, che è quella che più ci interessa, vista la presenza della myCicero Volley Pesaro, ma anche della Battistelli San Giovanni in Marignano e della Lardini Filottrano.

Come sempre sarà il campo a stabilire se un calendario è positivo o negativo, soprattutto in avvio. Dipenderà da come una squadra si presenterà ai nastri di partenza, dall’impatto che le nuove giocatrici avranno nell’impianto di gioco già collaudato (ogni riferimento alla myCicero e alla bella pallavolo espressa la scorsa stagione, ma anche la precedente in B1, dalla squadra allenata da Matteo Bertini), dalla condizione delle ultime arrivate, soprattutto se reduci dagli impegni con le Nazionali. Pesaro, per esempio, avrà Eleni Kiosi solo a poche settimane dal via.

Per Matteo Bertini l’avvio della myCicero è “da brividi”. Esordio con Cisterna, ancora al palo nell’allestimento della squadra

”Inizio da prendere con le molle – ha commentato Matteo Bertini -: tra incognite e certezze ci attende un avvio da brividi… sono però contento di esordire tra le mura amiche e davanti ai nostri tifosi. Per il resto la trasferta successiva con Palmi e le seguenti partite con Caserta e Trento ci faranno capire tante cose.Per il resto, l’obiettivo è chiaro e noi dovremo ragionare partita dopo partita. Il derby? Felice che capiti a S. Stefano, e in casa così avremo il palazzetto pieno”.

Sarà, dovrebbe essere, un campionato a 14 squadre, ma pare che a Perugia stiamo meditando un ricorso al Tar. Lo ha ribadito volleyball.it, sempre bene informato. Non resta che attendere.

Per quanto riguarda la prima avversaria della myCicero, l’Omia Cisterna (nella foto di Eleonora Ioele, la squadra laziale nella gara giocata lo scorso campionato a Pesaro), si sa poco, anzi niente…

Omia Cisterna a Pesaro nello scorso campionato (foto Eleonora Ioele)

Omia Cisterna a Pesaro nello scorso campionato (foto Eleonora Ioele)

L’ultimo comunicato nella pagina web della società laziale risale allo scorso 24 giugno, annunciando la conferma dello sponsor Omia. E nella pagina Facebook l’ultima notizia riguarda il nuovo allenatore della squadra di serie B2. Infine, anche nei siti specializzati che raccontano la campagna trasferimenti, la casella di Cisterna è vuota. E’ vero che manca almeno un mese all’avvio della preparazione fissata da quasi tutte le squadre, ma i dirigenti laziali dovranno fare gli straordinari per allestire un roster all’altezza. 

Come già lo scorso anno, nel girone d’andata la myCicero disputerà 7 partite in casa e di conseguenza avrà 7 trasferte nel ritorno. Per fortuna, la vicinanza con San Giovanni in Marignano e Filottrano rende meno pesanti i viaggi nella stagione regolare, che – come già anticipato – incomincerà domenica 16 ottobre, alle ore 17, nuovo orario della pallavolo femminile italiana.

Ovviamente, quando si organizza una stagione non è facile accontentare tutti, ma non riusciamo a trovare una sola ragione per il masochismo della pallavolo femminile di vertice.

Grazie alla vittoria nel campionato di serie B1, conquistata grazie a un consistente nucleo pesarese, guidato in panchina da Bibo Solforati, nello staff tecnico negli anni degli scudetti targati Scavolini, la Battistelli San Giovanni in Marignano è approdata in serie A2. Pesaro e il vicino centro romagnolo sono separati da poco più di 20 chilometri. Per il computer che ha stilato il calendario sarebbero almeno… 240. Sarebbe stato intelligente alternare le loro partite, anche per consentire agli appassionati di seguire entrambe le squadre. Piacere negato, da una scelta che a essere buoni si può definire poco intelligente.

Le coincidenze iniziano dopo un mese: sesta giornata, domenica 20 novembre, sesta di andata: Pesaro-Brescia: SGM -Mondovì. Una settimana dopo, domenica 27 novembre, trasferta per entrambe: Pesaro a Mondovì, SGM a Olbia. E così l’11 dicembre, quando le romagnole saranno di scena a Caserta e le pesaresi faranno visita a Soverato. Domenica 18 dicembre Pesaro ospita Settimo Torinese, mentre SGM fa altrettanto con Palmi. Situazione che si ripeterà il 26 marzo, con le ragazze di Bertini in casa con Soverato e quelle di Marchesi a ospitare Caserta.

Ovvio che il ritorno sia a specchio: 19 febbraio, sesta di ritorno, la myCicero andrà a rendere la visita a Brescia, la Battistelli a Mondovì. Il 26 febbraio: Pesaro-Mondovì e SGM – Olbia. 2 aprile, 24^ giornata, 11^ di ritorno, pesaresi a Settimo Torinese e romagnole a Palmi.

Intelligente sicuramente il derby Marche-Romagna in infrasettimanale, mercoledì 7 dicembre, prima della festività del giorno dopo (a proposito: perché non giocare direttamente nel giovedì festivo?) e così le gare di lunedì 26 dicembre, quando si giocherà il derby delle Marche e, prima della sosta di fine e inizio anno, la myCicero ospiterà la Lardini.

Ancora Alice Pamio protagonista nelle qualificazioni ai Mondiali Under 23

Alice Pamio (foto Cev)

Alice Pamio (foto Cev)

Alice Pamio (nella foto Cev mentre esulta con le compagne) si è ripetuta: la giovane appena firmata dalla myCicero Volley Pesaro, protagonista del primo successo dell’Italia nel girone di qualificazione ai prossimo Mondiali di categoria, ha brillato anche nella seconda giornata, che pure ha visto le azzurrine a un passo dalla sconfitta. E’ accaduto che la Bulgaria, già vincitrice a sorpresa nell’esordio con la Serbia padrona di casa, quando ha saputo recuperare 2 set di svantaggio per poi chiudere vittoriosamente al tie-break, si è portata avanti 22-25 e 20-25. L’Italia ha reagito – raccontano le cronaca Cev da Vrniacka Banja, in Serbia – murando, migliorando la ricezione e soprattutto aumentando la pericolosità della battuta. La Bulgaria ha lottato duramente nel terzo set, vinto 26-24 dalla squadra allenata da Cristofani, ma poi ha ceduto pesantemente il quarto set (25-14) e si è arresa (15-11) dopo 5 set.

Con 18 punti, seconda solo a Pietrini (22), Alice Pamio ha dato un grande contributo alla causa azzurra: “La forza della nostra squadra è il carattere, l’abbiamo dimostrato – ha detto all’ufficio stampa del torneo -. Sotto di 2 set, abbiamo capito che per cambiare qualcosa dovevamo iniziare a giocare in maniera differente. Adesso non vogliamo fermarci, anche se siamo attese da un’altra partita difficile”.

Luca Cristofani ha sottolineato che “la nostra squadra schiera tre ragazze nate nel 2000, mentre la Bulgaria ha ragazze che giocano già da professioniste. La differenza l’ha fatta il nostro cuore”.

A proposito di servizi vincenti, dei 9 ace azzurri 3 sono firmati da Alice Pamio, 2 da Pietrini e Lubian, 1 da Morello e Melli. Alice, che ha attaccato con il 37% (14/38) si è fatta sentire anche a muro (1), dove è stata molto brava un’altra ragazza di scuola Volleyrò, Giulia Mancini, che ha murato 5 attacchi bulgari. Fra le balcaniche, notevoli i 6 muri di Dancheva e i 20 punti di Chausheva.

Nella sfida tra ex jugoslave, la Serbia ha superato la Croazia per 3 a 1.

Anche per decidere la vincente tra Turchia e Polonia è stato necessario ricorrere al quinto set. La Turchia conduceva 2 a 0 (24-26; 21-25), ma poi ha subito la reazione polacca (25-22; 25-21), proseguita nel tie-break, concluso 15-12 con la vittoria della squadra in rimonta. Alle turche non è bastata un’immensa Baladin (28 con 26/51). La Polonia ringrazia Smarzek (25 con 20/51).

La classifica: Italia 5, Serbia e Turchia 4, Bulgaria 3, Polonia 2, Croazia 0.

Il programma della terza giornata: Bulgaria-Croazia; Serbia-Polonia; Turchia-Italia.

Tags: , , , , , ,

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>