Serve una rotatoria nell’incrocio pericoloso dove gli automobilisti incivili la fanno da padroni

di 

30 luglio 2016

PESARO – Sull’amministrazione comunale diretta dal sindaco Matteo Ricci si possono avere opinioni diverse, spesso opposte, ma anche chi è strenuo oppositore del primo cittadino che si compiace più di apparire che di essere non può non riconoscere che il Comune è attivissimo, dopo stagioni di assoluto letargo.

In passato si spendeva (forse sarebbe più giusto scrivere si sprecava) il denaro pubblico per progetti di dubbia fattibilità (leggi il parcheggio sotterraneo in Viale Trieste, scopiazzando Riccione), oggi si spende per fatti concreti. La città è un cantiere, le strade stanno ritornando a essere strade, non percorsi degni dei Camel Trophy, con gli automobilisti obbligati a fare lo slalom tra le buche. Aumenta il chilometraggio delle piste ciclabili. In qualche caso con percorsi contestati. Ma come non applaudire la scelta di allungare la pista ciclabile che arriva dal sottopassaggio ferroviario e prosegue in Via Cimarosa? Ancora oggi termina con una strozzatura pericolosa che cesserà a lavori finiti.

Altre rotatorie elimineranno alcuni semafori, rendendo più fluida la circolazione.

Fra tanti cantieri si continua a ignorare quanto accade nell’incrocio tra Via Lombroso, Panoramica Ardizio e Strada dei Colli.

Chi lo attraversa più volte al giorno, soprattutto provenendo dal Ledimar o dai borghi collinari (Trebbiantico e Novilara), sa bene che, tra mancate precedenze e velocità sostenute, il rischio è continuo. Come le lunghe code, non solo nelle ore di punta.

L'incrocio tra via Lombroso, la panoramica Ardizio e strada dei Colli

L’incrocio tra via Lombroso, la panoramica Ardizio e strada dei Colli

 

Una rotatoria eliminerebbe il problema.

Raccontano che i tecnici comunali hanno studiato il problema, concludendo, invece, che la rotatoria sarebbe pericolosa per chi arriva dalla Panoramica Ardizio.

Stai a vedere che, ancora una volta, come nel caso dell’autovelox installato nei pressi dell’ospedale di Muraglia e fatto chiudere dai vandali che ruppero il vetro, il Comune, quindi chi rappresenta i cittadini, s’arrende agli incivili che corrono troppo arrivando dal colle Ardizio e avrebbero difficoltà a frenare.

Appare inaudito, ma sarebbe davvero così. Eppure sulla Panoramica Ardizio è ben visibile la segnaletica verticale che impone i limiti di velocità. Rispettandoli, rallentare e frenare sarebbe facile. Invece, s’impone a decine di persone, talvolta centinaia, di fare lunghe code per tutelare gli incivili che non rispettano il Codice della Strada.

Così, durante le lunghe code, spuntano altri incivili, come accade puntualmente ogni giorno (siamo testimoni oculari, non per sentito dire), che saltano la coda fingendo di andare a destra, verso la Panoramica Ardizio, ma giunti all’incrocio svoltano a sinistra, evitando la fila e tagliando la strada a chi attende da tempo di superare l’incrocio pericoloso, tra auto che arrivano da Via Lombroso e dalla Panoramica Ardizio.

E’ accaduto anche venerdì, alle ore 18,30, come potete vedere nella foto qui sotto.

Manovra pericolosa all'incrocio tra via Lombroso, la panoramica Ardizio e strada dei Colli

Manovra pericolosa all’incrocio tra via Lombroso, la panoramica Ardizio e strada dei Colli

Nel silenzio di chi sta realizzando opere importanti per la città, ma continua – imperterrito – a ignorare la pericolosità di un incrocio che ha registrato, nel recente passato, anche un incidente mortale. Tutto questo per tutelare chi non rispetta le regole?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>