Dallasta (Siamo Pesaro): “Palio e mercatini ok, ma il turista vuole altro”

di 

2 agosto 2016

Giovanni Dallasta*

PESARO – Palio e Frecce sono stati due avvenimenti molto importanti per Pesaro e per i pesaresi e che Ricci avesse una predisposizione ad organizzare feste è scritto nel suo curriculum.

Per quanto riguarda il Palio, sono contento per Santini e per i ragazzi dei quartieri, l’impegno messo è stato sotto gli occhi di tutti e anche se la manifestazione non ha radici nella nostra città è pur sempre un momento importante di condivisione e di festa.

Le Frecce sono state folgoranti, penso che abbiano avuto su tutti un effetto magico difficilmente descrivibile.

Pesaro sta tentando di cambiare faccia ma questo processo non è così semplice come può sembrare.

Giovanni Dallasta (Siamo Pesaro)

Giovanni Dallasta (Siamo Pesaro)

Girando per il lungomare dopo le due manifestazioni ho sentito alcuni commenti dei commercianti, scioccati per la fiumana di gente che ha preso d’assalto la città: non ci aspettavamo tanta gente!

Io stesso ho notato bar chiusi durante lo spettacolo. Non sono riuscito a comprare una bottiglia di acqua fresca in quanto era tutto esaurito.

A Riccione durante le manifestazioni, anche più piccole di quelle da noi organizzate, il Comune in accordo con aziende dell’acqua, mette a disposizione camion cisterna con bicchieri e acqua fresca.

Questo è solo un piccolo esempio ma ne potrei fare altri cento.

Altro discorso riguarda l’offerta per il turista. Pesaro sta cercando di essere viva, propositiva e quindi pensa di offrire tanto. Ma se invertiamo il punto di vista e iniziamo ad indossare i panni del turista, forse ci rendiamo conto che tanto di quello offerto non raggiunge l’obbiettivo.

Un giorno ero in Piazza del Popolo e due signori mi si sono avvicinati chiedendomi dove fosse un ufficio per il turista. Io con esitazione gli ho risposto ma certezze sulle risposte date non ne avevo. Dentro di me mi chiedevo: sarà aperto? gli avrò indicato il posto giusto?.

Se vogliamo crescere occorre prima di tutto avere la volontà di farlo, con modestia e guardando quelli che lo fanno da sempre.

I mercatini e il Palio etc. sono manifestazioni per i pesaresi e per allietare le serate del turista che già si trova nella nostra città ma non sono per ora un’attrattiva così condizionante che può far decidere ad uno straniero se venire a Pesaro o in altra città.

Gli operatori turistici, pur avendo avuto una città vivace lamentano l’assenza di turisti e questa cosa dovrebbe far riflettere i nostri amministratori.

*Consigliere Comunale Siamo Pesaro

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>