Patto di stabilità superato per i Comuni virtuosi, Ricci: «Bel risultato per investimenti e economia»

di 

3 agosto 2016

PESARO – «Bel risultato per i Comuni. E al tempo stesso un’azione estremamente utile per la ripresa economica. Lo auspicavamo fortemente». Così il sindaco di Pesaro e vicepresidente Anci Matteo Ricci sull’approvazione del disegno di legge di iniziativa governativa approvato alla Camera che, modificando la disciplina del pareggio di bilancio per gli enti locali, porta di fatto al superamento del patto di stabilità interno anche nei prossimi anni.

Matteo Ricci all'Anci«Rendere la misura strutturale», dopo l’introduzione nella legge di stabilità 2016 «era un punto su cui, come Anci, ci eravamo fortemente spesi con il governo negli ultimi mesi. Siamo quindi soddisfatti: già nel 2016, con questa impostazione, per i Comuni virtuosi sono stati sbloccati circa tre miliardi di euro da destinare agli investimenti. Da oggi, nel calcolo del saldo di bilancio, si conferma l’inclusione del fondo pluriennale vincolato. Con il disegno di legge che interviene sulla legge 243 del 2012 c’è l’impegno sulla legge di stabilità per gli anni 2017-2019. E la misura sarà poi permanente dal 2020».

Per il vicepresidente Anci – che aveva sollevato pubblicamente il tema dello sblocco del patto al premier Matteo Renzi già nell’agosto 2015, nel corso della sua visita a Pesaro – gli effetti saranno evidenti: «Possiamo così liberare ulteriormente altri miliardi per i Comuni virtuosi, destinati a lavori pubblici su strade, scuole, arredo urbano. I problemi, per i Comuni, restano tanti. Ma questa è una delle scelte più espansive che si possono fare: il Paese ce la farà solo se si continua a spingere sugli investimenti», il commento. L’esempio su Pesaro: «Così come abbiamo sbloccato 35 milioni nel 2015, grazie a questa misura riusciremo sicuramente a liberare ancora altri milioni nei prossimi anni».

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>