20mila Candele Sotto le Stelle per la Notte di San Lorenzo. Il programma del 10 agosto

di 

5 agosto 2016

PESARO – «Evento unico», scandiscono più volte Matteo Ricci e Antonello Delle Noci, affiancati da Piergiorgio Pietrelli. I numeri sostengono l’incipit: «Ventimila candele, sette chilometri di spiaggia, 150 volontari». Sullo sfondo cresce il novero di soggetti coinvolti nella maxicena collettiva della notte di San Lorenzo (Candele sotto le stelle: mercoledì 10 agosto, dalle ore 20, su tutta la spiaggia pesarese). «Che rema nello stesso verso, con unità d’intenti – sottolinea Ricci –. E dimostra che, se Pesaro fa Pesaro, non ce n’è per nessuno». Tradotto: «La città dà il meglio quando esce dalle stupidaggini campanilistiche. E dalla divisioni personalistiche». Se la premessa, quindi, è che «Pesaro sta cambiando», la percezione del cambiamento, «quasi una presa d’atto», risale alla prima edizione: «Tutti si sono sentiti parte di un meccanismo collettivo. Ognuno ha dato il suo contributo: stabilimenti balneari, associazioni, organizzatori. Una presa di coscienza generale, motore del successo dell’iniziativa».

Candele dueLA SCINTILLA – Prima il sindaco rilancia: «L’appuntamento è già entrato nel cuore dei pesaresi. E crescerà ancora». Poi precisa: «Non siamo gelosi, ma a Pesaro le cose si fanno per bene. Le ‘Candele’ un brand marchigiano? Abbiamo fatto il gemellaggio Rossini-Leopardi; allungato la Notte Rosa al nord delle Marche; suggerito alla Regione di puntare anche sul tramonto, con un mese di manifestazioni spalmate su Pesaro e Ancona. Ragioniamo sempre in ottica di condivisione. Però non vogliamo cose raffazzonate, né dell’ultimo minuto: bisogna essere rispettosi di chi le ha costruite, del lavoro che c’è dietro». E l’intuizione, ricorda Ricci, è targata Candelara: «Senza il grande lavoro invernale fatto negli anni dal borgo e dalla Pro Loco non ci sarebbe stata neanche la piazza natalizia pesarese dello scorso anno. Ora con gli eventi invernali promuoviamo l’estate e viceversa. Il meccanismo è virtuoso». rafforza il concetto: «’La candela’ è di Candelara. Anche se ormai, di diritto, è uno dei simboli pop pesaresi. Ma non metteremo nuovi cartelli: abbiamo finito». La strategia, di contro, continuerà: «A ottobre gli Stati generali del Turismo: gioco d’anticipo per fare il punto sulla stagione e partire già con la programmazione».

IL FORMAT – «L’appuntamento più glamour dell’estate si amplia: aderiscono anche i camping di Fosso Sejore, oltre alla totalità degli stabilimenti balneari (67 in tutto, ndr). Il Comune metterà a disposizione 6mila candele, a cui si aggiungeranno 200 candele dai bagnini, in ogni stabilimento», evidenzia Delle Noci. Che ricorda il dress code («total white»), cita l’introduzione del servizio navette, e vira sul programma: «Premi per il miglior allestimento (dalle foto del Fotoclub Pesaro, ndr) e per la migliore fotografia (nei canali social dell’evento, ndr), grazie al contributo di Fiam. Bande musicali itineranti (Colombarone, Colbordolo e Candelara), concerto conclusivo in piazzale della Libertà ,con il tributo a Morricone (protagonista la banda di Offida). E decine di iniziative di contorno. Negli stabilimenti la serata potrà continuare con la musica: deroga fino alle 3 di notte a Sottomonte e nelle zone dove sarà possibile». Da segnalare anche le anteprime musicali e culturali sotto il segno delle candele: «Più di 200 kit consegnati nei negozi del centro storico», prosegue l’assessore. Aggiungendo: «Il rischio meteo? Come lo scorso anno ci sarà elasticità organizzativa. Grazie a Ami, Aspes, Marche Multiservizi. E ovviamente agli stabilimenti balneari e alle associazioni di categoria. Le immagini dall’alto realizzate con il drone e le foto scattate in serie dai partecipanti contribuiranno alla promozione del territorio». A differenza dello scorso anno dentro anche le spiagge libere. Il direttore artistico Pietrelli: «Le allestiremo con il contributo della Pro Loco (presente il presidente Pierpaolo Diotallevi) e dei ragazzi del Palio dei Bracieri: una quarantina di innesti, ci daranno una grande mano. Li ringraziamo, insieme all’associazione culturale La Stele e alla Pro Loco di Santa Maria dell’Arzilla». Sull’acqua i paletti da fissare saranno 1200: «Lo sforzo è più che raddoppiato ma faremo gioco di squadra. Speriamo che il vento stia lontano». Quindi l’appello ai partecipanti: «L’inquinamento luminoso danneggia l’effetto che vogliamo regalare». Suggestioni che hanno colpito anche Daniele Livi (Fiam): «I premi assegnati ai vincitori sono opere di Silvio Cattani per Fiam. Appartengono alla nostra collezione privata: collaboriamo perché crediamo nella città e nelle manifestazioni che possono portare turismo. Siamo ‘glocal’, globali e locali. E ci piace il legame con ciò che è sogno». Moltiplicati gli appuntamenti collaterali. Meris Gabucci, consigliere del quartiere Porto e Soria, presenta «… E quindi uscimmo a riveder le stelle…»: «La festa del quartiere – nota – si unisce a quella della spiaggia. Dalle 19.30 fino a mezzanotte, a piazza Europa, spegnimento delle luci e accensione delle candele; mercatino; concerto di arpa e flauto; spettacolo con le danzatrici “stelle d’oriente” e performance del trampoliere Filippo».

CandeleCARTELLONE – Mercoledì 10 agosto si partirà dalle 20, per l’aperitivo sotto il segno di Rossini. Negli stabilimenti balneari il sottofondo scelto è l’ouverture del Ciro in Babilonia, in concomitanza con la prima dell’opera prevista allo stesso orario, nell’ambito del Rof. Per la cena a lume di candela è prevista, naturalmente, la modalità gluppa, con le tavolate allestite sulla battigia. Ma non mancheranno le diverse proposte nei punti ristoro, con i menù ad hoc, così come la musica e l’intrattenimento organizzato dagli stabilimenti balneari. Tre bande locali (Colombarone, Colbordolo e Candelara) per la musica itinerante sulla spiaggia, con concerto finale alle 21.30, sul palco di piazza della Libertà. Dove si aggiunge, alle 22, l’esibizione della banda di Offida, con le musiche da film e l’omaggio a Morricone. Per l’occasione è attivato il servizio di navette gratuite, nel percorso campus scolastico-via dell’Acquedotto-viale della Repubblica-viale Trieste (dalle ore 19 alle ore 24, con frequenza ogni 15 minuti). Potenziata anche la «linea mare», con partenza dal San Decenzio verso Baia Flaminia (dalle ore 19 alle ore 24, con frequenza ogni 30 minuti).

ANTEPRIME – Le candele illumineranno Rocca Costanza per gli eventi della rassegna ‘Scena Aperta’ (sabato 6 e domenica 7 agosto, ore 22, ‘Che Tango Festival'; lunedì 8 agosto, ore 21, Interludio: Gioachino Rossini a quattro mani, concerto dei pianisti Lorenzo Bavaj e Marco Vergini). Ma saranno protagoniste anche nell’immediata vigilia, martedì 9 agosto, tra i cortili dei palazzi Mosca, Mazzolari e Gradari (ore 19.30, piazza Mosca, ‘San Pietrino Summer Street’ con fresh drink e panini; dalle ore 19, al Gra’, ‘Mogadisco': cocktail miscelati con estratti di frutta fresca stagionale e sottofondo musicale disco funky-balearic, suonato in vinile dai dj Francesco Rossini e Giovi Mariani). Infine dalle ore 21.30, a Casa Rossini, l’esibizione dei cantanti dell’accademia rossiniana per i ‘concerti dal balcone’.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>