Tennis, l’attesa è finita. A Fano primo “servizio” sul primo Adriatic Challenger

di 

5 agosto 2016

FANO – L’attesa è finita. Sabato mattina scatta il tabellone di qualificazione dell’Adriatic Challenger, primo giorno di match del nuovo torneo internazionale Atp da 50 mila dollari di montepremi più ospitalità. Atteso un evento di alto livello, che allargherà il calendario degli appuntamenti professionistici nelle Marche e accoglierà giocatori da oltre dieci nazioni diverse, tutti a caccia del titolo sui campi in terra battuta del Circolo Tennis Fano. La lista dei partecipanti è una conferma dell’alto livello della manifestazione, offerta in modo gratuito a pubblico e appassionati dal primo all’ultimo giorno (la finale è in programma per domenica 14 agosto). In attesa delle qualificazioni, che scattano sabato 6 agosto e che promuoveranno nel tabellone principale quattro giocatori, sono già sette gli azzurri sicuri di un posto nel main draw.

ll piemontese Lorenzo Sonego, 21 anni, sarà in gara a Fano grazie a una wild card (foto Iachelini)

ll piemontese Lorenzo Sonego, 21 anni, sarà in gara a Fano grazie a una wild card (foto Iachelini)

Intanto ci sono Marco Cecchinato, Andrea Arnaboldi, Filippo Volandri, Lorenzo Giustino e Gianluigi Quinzi. Quest’ultimo, marchigiano doc, ha ottenuto dall’organizzazione una wild card e, dopo le fatiche in altura di Cortina d’Ampezzo, sarà uno dei più attesi a pochi chilometri da quella Porto San Giorgio in cui è cresciuto. Inoltre, sono attesi Stefano Napolitano, semifinalista due settimane fa nel Challenger di casa a Biella e reduce da una settimana di stop per il forfait al Challenger ampezzano, e il milanese Alessandro Bega. Italiane anche le restanti wild card, con Lorenzo Sonego, alla ricerca della continuità dopo i buoni risultati degli ultimi mesi (1° turno agli Internazionali d’Italia a Roma compreso), Edoardo Eremin e Andrea Pellegrino.

 

L’uomo da battere ai nastri di partenza sarà però straniero, cioè il 23enne spagnolo Roberto Carballes Baena, che quest’anno punta forte ai primi 100 Atp (al momento è numero 102 ma è ancora in corsa nel Challenger di Cortina). Sempre tra i giovani, da tenere d’occhio il diciottenne russo Andrey Rublev, ex numero 1 al mondo tra gli Under 18 e vincitore del Roland Garros Junior. Ma lo spettacolo scatterà fin dalle qualificazioni, con tanti italiani in gara alla ricerca del pass per il main draw che partirà invece lunedì 8 agosto. Per loro un’altra, nuova occasione di raccogliere punti preziosi ed esperienza internazionale per scalare il ranking Atp. Per gli appassionati, invece, la possibilità di toccarne con mano la crescita, e provare a scovare qualche campione del futuro. A partire dal tabellone principale, la manifestazione sarà visibile in streaming nella sezione Challenger del sito dell’Atp World Tour, mentre news e live-score saranno disponibili sul sito www.adriatichallengerfano.com.

 

 

I 22 GIÀ NEL MAIN DRAW AL 4 AGOSTO. DIVENTERANNO 32: ECCO COME

Carballes Baena, Roberto (ESP), Brands, Daniel (GER), Kicker, Nicolas (ARG), Cecchinato, Marco (ITA), Ymer, Elias (SWE), Lama, Gonzalo (CHI), De Greef, Arthur (BEL), Souza, Joao (BRA), Bourgue, Mathias (FRA), Ungur, Adrian (ROU), Arnaboldi, Andrea (ITA), Rublev, Andrey (RUS), Van Der Duim, Antal (NED), Volandri, Filippo (ITA), Michon, Axel (FRA), Perez Sanz, David (ESP), Giustino, Lorenzo (ITA), Garin, Christian (CHI), Trinker, Bastian (AUT), Sousa, Pedro (POR), Napolitano Stefano (ITA), Bega Alessandro (ITA).

 

 

LE DICHIARAZIONI DEI PROTAGONISTI DURANTE LA CONFERENZA STAMPA

 

Paolo Lungarini, Presidente del Circolo Tennis Fano

“Dopo un anno di pausa torna un torneo internazionale a Fano, finalmente un evento dell’Atp Challenger Tour. Questa è una nuova interessante sfida, carica di emozioni e aspettative. Sarà un torneo di prestigio, ringrazio pertanto gli sponsor che hanno permesso la realizzazione dell’Adriatic Challenger nonostante le difficoltà economiche attuali. Siamo fieri di ospitare questo primo torneo e speriamo di poterne avere ancora in futuro. Ringrazio inoltre lo staff per esser riuscito a organizzare tutto in tre mesi e le istituzioni per il supporto. Invito tutti a partecipare sin dalle prime fasi di sabato”.

 

Federico Cinotti, direttore Torneo Adriatic Challenger

La presentazione della prima edizione dell'Adriatic Challenger: da destra: Federico Cinotti, direttore del torneo; Federico Talé, Consigliere Regione Marche; Massimo Seri, Sindaco di Fano; Paolo Lungarini, Presidente del Circolo Tennis Fano; Emiliano Guzzo, Presidente F.I.T. Marche; Lucia Pazzaglia, Direttore Provinciale BNL per Telethon.

La presentazione della prima edizione dell’Adriatic Challenger: da destra: Federico Cinotti, direttore del torneo; Federico Talé, Consigliere Regione Marche; Massimo Seri, Sindaco di Fano; Paolo Lungarini, Presidente del Circolo Tennis Fano; Emiliano Guzzo, Presidente F.I.T. Marche; Lucia Pazzaglia, Direttore Provinciale BNL per Telethon.

“Ringrazio tutte le persone che hanno partecipato a questo percorso e che quotidianamente vivono con noi questo evento. Questo è il frutto della nostra forza di volontà e della passione che ci ha spinto ad accettare questa sfida che quattro mesi fa sembrava una follia. Trattandosi della prima edizione siamo consci che potremo migliorare molto, ma siamo sicuri di aver dato il meglio. Ringrazio la Federazione, gli sponsor e tutti gli altri partner per il supporto alla nostra iniziativa”.

 

Massimo Seri, Sindaco di Fano

“Non nascondo la soddisfazione di questo momento e ringrazio il circolo per lo sforzo eccezionale fatto. Ho visto il club con un nuovo look e vestito a festa: è davvero uno degli orgogli della città. Questo sarà un torneo importante sotto l’aspetto sportivo e di grande levatura per la città di Fano. Sono sicuro che saranno presenti in tanti sulle tribune a vedere le partite: turisti, fanesi appassionati. Per la città sarà quindi un’occasione di promozione ma soprattutto permetterà al circolo di riconfermare la sua importanza. Faccio i miei complimenti a tutti”.

 

Federico Talé, Consigliere Regione Marche

“Mi unisco ai complimenti fatti dal Sindaco al circolo tennis. In una settimana dalla mia ultima visita il circolo è stato trasformato in maniera incredibile, il che fa molto piacere anche a noi che facciamo politica. In rappresentanza della Regione Marche sono orgoglioso di avere qui un altro torneo di questo livello, dopo San Benedetto e Recanati. Questo tipo di evento darà lustro alla città di Fano, non solo dal punto di vista sportivo, cosa sacrosanta per aiutare anche i nostri ragazzi a livello sociale. Ecco perché sponsorizziamo sempre volentieri questi eventi”.

 

Emiliano Guzzo, Presidente F.I.T. Marche

“Questa manifestazione nel periodo di agosto è una chicca per il tennis marchigiano. Come movimento siamo partiti dalle retrovie e negli ultimi anni abbiamo raggiunto i vertici, vincendo tutto quello che c’era da vincere a livello italiano. Il tennis nelle Marche nel 2016 ha ospitato ben tre eventi dell’Atp Challenger Tour e probabilmente ci saranno degli upgrade anche nei prossimi anni. A prima vista pare che la cifra tecnica di questo Challenger sia di altissimo valore: ci sono giocatori che da qui a un paio d’anni potrebbero scalare le classifiche mondiali. Avrete quindi il privilegio di vederli giocare da vicino, una grossa ispirazione anche per i ragazzi e per le scuole tennis.”

 

Lucia Pazzaglia, Direttore Provinciale BNL per Telethon

“Ringrazio gli organizzatori per questa opportunità, è un onore poter partecipare a un evento del genere. Telethon è un’associazione che si occupa di raccogliere fondi per le malattie rare. Senza Telethon e senza i nostri sostenitori molte malattie non potrebbero essere investigate e curate. BNL affianca Telethon da oltre 20 anni sia a livello nazionale che regionale e siamo contenti di essere qui per dare il nostro contributo a una causa così importante”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>