Pronti a partire: consigli per la sopravvivenza in autostrada

di 

6 agosto 2016

Due dei maggiori crucci che tormentano gli incubi degli automobilisti italiani soprattutto in procinto di partire per le ferie di agosto sono le temutissime multe per eccesso di velocità e il traffico in autostrada. I casi sono due: o ci si trova bloccati in code autostradali interminabili oppure, se la strada è scorrevole, ci troviamo a fare i conti con i rilevatori di velocità. Vediamo dunque come poterci mettere al volante evitando delle situazioni spiacevoli.

Oramai ad ogni angolo o curva si trovano posizionati autovelox fissi o mobili, e pattuglie della polizia stradale pronte a cogliere in fallo chi spinge un po’ troppo il piede sul pedale dell’acceleratore. E dato che la legge non ammette ignoranza, uno dei modi più efficaci per evitare di incorrere in multe spesso sanguinose è conoscere alla perfezione il codice stradale e le categorie relative alle multe per eccesso di velocità.

Multa per eccesso di velocità
Premesso che, come sicuramente saprete, i limiti di velocità variano in base alle strade, alle autostrade, alle città e agli anni di possesso della patente, va comunque detto che, tirando le somme, ogni multa che riceverete per eccesso di velocità rientra in un elenco molto preciso di categorie, le quali andranno ovviamente ad aumentare la sanzione pecuniaria e le conseguenze a livello di patente. Ed ecco le 4 categorie con relative sanzioni.

• Categoria 1: il limite di velocità viene superato con una tolleranza del 5%, ovvero di 10 chilometri orari. In questo caso la pena si limita ad una multa che può andare dai 50 ai 220 euro, a seconda della fascia oraria, ma senza il decurtamento di punti dalla patente di guida.

a3 2• Categoria 2:il limite di velocità viene superato da 10 a 40 chilometri orari. In questo caso la multa va da 170 a 980 euro, e prevede la perdita di 3-5 punti dalla patente.

• Categoria 3: il limite viene superato da 40 a 60 chilometri orari. Multe previste da 530 a 2.100 euro, con decurtamento di punti da 6 a 10. E possibile ritiro della patente da 1 a 3 mesi.

• Categoria 4: multa da 800 a 3.200 euro per chi supera di oltre 60 chilometri orari il limite di velocità. I punti decurtati dalla patente di guida sono 10, mentre il ritiro della patente oscilla dai 6 ai 12 mesi.

Dato che la maggior parte di queste multe vengono rilevate grazie agli autovelox, il consiglio per evitare di incappare in una situazione del genere è di dotarsi di un segnalatore come Coyote, che funge sia da navigatore che da rilevatore di autovelox. In questo modo risparmierete soldi e punti sulla patente, e al tempo stesso sarete motivati a stare molto più attenti alla velocità e, di conseguenza, alla salute vostra e degli altri automobilisti.

Vacanze? Tutta una questione di orari
Parliamo ora del secondo temutissimo problema: quello del bollino rosso. Come ogni anno il consiglio migliore è partire in orari sicuramente un po’ scomodi, ma utili per evitare le interminabili code che tolgono del tempo prezioso al vostro meritato relax. Chiaramente sarebbe poco saggio scegliere di partire nelle giornate di sabato, date le previsioni traffico per il mese di Agosto comunicate dall’ANAS, piuttosto è consigliabile intraprendere il vostro viaggio in tarda serata o la mattina all’alba. Anche in occasioni del genere la tecnologia ci offre comunque un aiuto prezioso, infatti è possibile controllare quotidianamente gli aggiornamenti in tempo reale, che potrete trovare sul sito web di ANAS, sulle relative pagine social ufficiali (Facebook e Twitter) e anche sulla nuova app VAI Anas.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>