Volley, Alice Pamio: “Non vedo l’ora di essere a Pesaro”

di 

6 agosto 2016

PESARO – Nella palestra di Alice… Stavamo pensando alla gelateria che da anni soddisfa la nostra smisurata passione per pistacchio, crema e cioccolato, e cheesecake e stregatto, quando ci è venuto in mente che la myCicero Volley Pesaro dovrebbe inventarsi un riferimento particolare per una squadra che allinea tre ragazze che di cognome fanno Degradi, Pamio e Santini, ma di nome Alice.

Niente ristorante, perché sarebbe rubare un pensiero, un ricordi all’Equipe 84, che ha accompagnato la nostra giovinezza quando le nostre Alici erano lungi dal venire al mondo.

Forse è meglio la “palestra di Alice”… perché è la palestra che accompagna la giovinezza delle ragazze arrivate quest’anno a Pesaro.

Alice Pamio (Blitz Photo - Alessandro Scarpa)

Alice Pamio (Blitz Photo – Alessandro Scarpa)

Ed una Alice è appena uscita dalla palestra di Formia quando le spediamo un messaggio: che ne dice, facciamo un’intervista? Magari la conosciamo meglio, in attesa della presentazione ufficiale, quando arriverà al PalaSnoopy, o al PalaCampanara. Esclusa Eleni Kiosi, attesa dalla qualificazione ai prossimi Europei, in Repubblica Ceca e Slovacchia (15-25 settembre), con la nazionale greca inserita nel gruppo D con Slovenia, Bielorussia e Repubblica Ceca, le altre compagne di squadra sono in vacanza. Alice Pamio, invece, è a Formia con la Nazionale Under 19. Neppure il tempo di tornare a casa dall’eccellente torneo pre mondiale con l’Under 23, qualificatasi per il prossimo torneo iridato, Alice è già in palestra.

“In Serbia è andata bene, sono contenta… Per quanto riguarda l’impegno, è la mia solita estate, anche se questa lo è in maniera particolare. Da anni ho la fortuna e il piacere di fare parte delle nazionali di categoria, tra Europei, Mondiali e preparazioni varie: vestire l’azzurro è sempre molto bello”.

Siete attese dal Campionato Europeo Under 19. Lei dovrebbe esserci, crediamo. A maggiore ragione dopo il grave infortunio di Vittoria Piani.

“Purtroppo, abbiamo perso il nostro capitano, titolare nel mio ruolo. Stiamo lavorando a Formia, poi ci alleneremo all’Acqua Acetosa di Roma, per partire a fine agosto”.

Si dice che per l’Europeo, che per voi prevede partite in Ungheria con Serbia (27 agosto), Bielorussia (28), Russia (29), Germania (31) e Ungheria (1 settembre), potrete contare sulle under 19 che sono a Rio, ai Giochi Olimpici.

“Sì, dovrebbero raggiungerci Paola Egonu e Alessia Orro, anche se al momento non abbiamo alcuna certezza perché loro saranno molto impegnate in Brasile. Credo che bisognerà vedere come va l’Olimpiade (esordio dell’Italia, contro la Serbia, alle 3,35 di domani, diretta su Rai Sport; ndr). Nel frattempo, noi continuiamo a impegnarci al massimo, tutti i giorni. Certo che se Alessia e Paola giocheranno l’Europeo, la nostra squadra potrà contare su ragazze fortissime”.

Intanto, in Serbia avete dimostrato di saperci fare, pure essendo più giovani delle vostre avversarie, in particolare delle turche che hanno vinto il pre mondiale. Se tanto ci dà tanto, l’Italia potrebbe essere tra le favorite degli Europei.

“La qualificazione dell’Under 23 era vista soprattutto come preparazione per l’Europeo Under 19, obiettivo principale dell’estate 2016. Però le cose sono andate così bene che l’anno prossimo giocheremo in Slovenia, a giocare il Mondiale. Non dimenticando che ci sarà anche il Mondiale Under 20, in Messico, per cui dobbiamo conquistare la qualificazione, che sarà assegnata attraverso il ranking…”.

Continuate a tenere alto il nome del volley femminile italiano, reduce da grandi successi a livello giovanile.

“Grazie anche ai Mondiali ospitati in Italia nel 2014, la pallavolo femminile sta ottenendo ottimi risultati. Noi siamo felici di praticare questo sport. Ancora di più se grazie ai nostri successi aumentano gli appassionati”.

Riuscirà ad avere qualche giorno libero oppure si presenterà a Pesaro subito dopo gli Europei?

“Credo che avrò alcuni giorni per rilassarmi. Non troppi, però, perché la mia nuova squadra incomincerà la preparazione a fine agosto (in verità, il 22; ndr). Così raggiungerò presto le mie nuove compagne”.

Alice, cosa conosce di Pesaro?

“Quel poco che ho visto in occasione della mia breve visita per incontrare dirigenti. Sicuramente è un centro diverso da quelli dove sono nata o dove ho vissuto finora. E c’è il mare, che io adoro. Non vedo l’ora di trasferirmi e ambientarmi”.

Lei studia?

“Devo concludere il quinto anno dell’Istituto Tecnico Turistico. Mi sono iscritta al “Cesare Battisti” di Fano e ho imparato che la scuola è vicina al mare. Meglio di così…”.

Ci racconta cosa le ha detto Alessia Arciprete, sua ex compagna al Volleyrò, che ha vissuto una stagione esaltante a Pesaro?

“Mi ha detto che è stata accolta benissimo. Alessia ha speso tante belle parole sulla società, spiegandomi che è come stare in famiglia, perché tutte le persone sono molto attente alle tue esigenze. Ho provato la stessa sensazione incontrando Barbara Rossi e lo staff. Persone tranquille, ma allo stesso tempo determinate. Credo che sia una delle carte vincenti del mio nuovo club dove si vive in armonia e ognuno è disposto a mettere del suo per ottenere grandi risultati; è la chiave per raggiungere grandi traguardi. Alessia me lo ha anticipato molto bene. Io ne ho avuto conferma quando sono stata a Pesaro. Dagli incontri avuti ho tratto ulteriore convincimento. Mi presenterò con una grande carica. Non vedo l’ora di essere lì”.

Annunciando Nicole Gamba, la società ha ultimato l’allestimento della squadra. Chi conosce?

“Ho sentito parlare di tutte e con alcune ho avuto a che fare nel campo di gioco anche grazie alle sfide di due stagioni fa tra il Volleyrò e il Volley Pesaro. Conosco molto bene Nicole, con la quale siamo amiche ancora prima di giocare insieme, ma abbiamo disputato una stagione con la maglia di Bassano. E ho giocato con Rimoldi, anche se non la conosco bene”.

Alice ha 18 anni e una pagina internet, dove ha scritto che in campo non guarda in faccia alcuna avversaria. Una tipa tosta…

“In campo sono tutta l’opposto di come sono fuori. Me lo dicono tutti, spesso sorpresi di vedermi così carica. Ma è il mio modo di giocare: non saluto alcuno fino a quando la partita non è finita, possibilmente con la vittoria della mia squadra. Se a qualcuno dà fastidio, mi dispiace, ma è così”.

C’è grande attesa da parte di Alice, ma è grande anche l’attesa dei tifosi che ben ricordano la ragazzina terribile che a soli 16 anni seppe mettere in difficoltà il Volley Pesaro che stava dominando il campionato di serie B. Intanto, tanti auguri alla nuova colibrì e alle sue compagne dell’Under 19 che trascorrono agosto, il mese dedicato alle vacanze, in palestra. Già, la “palestra di Alice”.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>