Nuova gara per la ristorazione scolastica

di 

11 agosto 2016

PESARO – E’ stata pubblicata sulla Gazzetta Europea la nuova gara per l’ affidamento del servizio di ristorazione scolastica per il periodo dal 24 dicembre 2016 al 31 agosto 2020 .

Si tratta si un appalto pubblico di servizi e lavori per i nidi d’infanzia comunali, scuole dell’infanzia comunali e statali, statali primarie e secondarie di primo grado del comune di Pesaro. Il termine per la presentazione delle offerte è il  7 ottobre 2016. La gara è stata pubblicato oggi (11 agosto 2016). La commissione di gara avrà 100 punti a disposizione, di cui 70 per la parte tecnica e di qualità e 30 per l’offerta economica.

La nuova gara prevede un unico aggiudicatario cui affidare sia l’erogazione del servizio che l’esecuzione dei lavori di sistemazione del Centro Produzione pasti comunale che si trova a Chiusa di Ginestreto ed è la sede principale di produzione dei pasti per la ristorazione scolastica.

La modalità e i tempi di rinnovamento del centro, dell’edificio e delle attrezzature, sono strettamente funzionali all’erogazione del servizio da parte del gestore e ne contribuiscono alla qualità.

Per partecipare alla gara, del valore complessivo di euro 9.190.124 per una produzione di oltre 538.000 pasti all’anno sono richiesti esperienza nel settore della ristorazione collettiva ed il possesso di certificazione di qualità gestionale e ambientale.

mensaLa gara è stata indetta in attuazione della decisione del Consiglio comunale (11 luglio 2016), che ha stabilito l’individuazione di un  soggetto gestore mediante gara aperta di rilevanza europea, e, in base al nuovo codice dei contratti, con offerta economicamente più vantaggiosa (rapporto qualità/prezzo).

L’indirizzo del Consiglio comunale ha dato particolare rilevanza ad alcuni aspetti quali la qualità dei generi alimentari, con particolare riferimento a quella di prodotti biologici, tipici e tradizionali, la qualità di quelli a denominazione protetta, nonché di quelli provenienti da sistemi di filiera corta e da operatori dell’agricoltura sociale.

Ancora il Consiglio ha sottolineato l’importanza del rispetto delle disposizioni ambientali in materia di green economy, con crescente riduzione dell’impatto ambientale dei cicli produttivi e del perseguimento delle finalità educative del pasto in un contesto scolastico.

Alla delibera del Consiglio comunale è seguita l’approvazione del progetto definitivo esecutivo dei lavori di sistemazione del Centro Produzione Pasti di proprietà comunale.

Il capitolato di gara introduce diversi gli elementi di novità in merito alla qualità dei cibi e all’impatto ambientale e sociale.

E’ infatti richiesto al nuovo gestore l’utilizzo di materie prime da filiera corta per frutta, verdura, carne e prodotti caseari, prodotti da agricoltura sociale e mercato equo e solidale, premiando l’offerta di prodotti e/o ricette migliorative al menù di base,  con particolare attenzione alle diete vegetariane e vegane.

L’attenzione all’ambiente è incentivata dalla richiesta di un progetto di utilizzo delle eccedenze, dalla previsione dell’uso di materiali compostabili biodegradabili e di prodotti a basso impatto ambientale.

E’ anche previsto che l’azienda vincitrice rediga nei primi mesi di servizio uno studio innovativo di impatto ambientale del ciclo di attività (Product Enviromental Footprint) secondo le più avanzate metodologie di misurazione.

Il valore e la funzione educativa del pasto a scuola sono sostenuti  dalla richiesta di progetti di educazione alimentare, dalla promozione del self-service e di forme di autonomia e attivazione dei bambini nell’attività del pranzo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>