Vedute Rinascimentali: nel Montefeltro i turisti incontrano La Gioconda e Piero della Francesca

di 

11 agosto 2016

URBINO – Un territorio da scoprire durante un’esperienza turistica unica in tutto il mondo, lontana dai musei chiusi da pareti e dalle luci soffuse delle pinacoteche. Il fine settimana più atteso dell’estate – quello del Ferragosto – si celebra, nel Montefeltro, con le visite guidate ai panorami che furono ritratti, oltre 500 anni fa, dai due più grandi artisti rinascimentali italiani.

Il 12 e 13 agosto tornano infatti gli appuntamenti di “Montefeltro Vedute Rinascimentali“, l’unica iniziativa al mondo che permette ai visitatori di entrare in un quadro, comprenderlo e viverlo lontano dai musei convenzionali. Un modo unico per assaporare, col vento tra i capelli, l’effetto che fa la vista dai belvedere che mozzarono il fiato a Piero della FrancescaLeonardo da Vinci aiutati da pannelli didattici, guide specializzate e dalla performance di attori che ripercorreranno, coinvolgendo il pubblico, le vicende che vissero Piero della Francesca e Leonardo da Vinci.

“Ai ‘viaggiatori impegnati’ che parteciperanno – sottolinea Davide Barbadoro, project manager associazione culturale Montefeltro Vedute Rinascimentali – sarà proposto un percorso d’arte e natura durante il quale sarà loro raccontata la storia di due grandi artisti che, molto prima di noi, 5 secoli fa, amarono e dipinsero questi meravigliosi paesaggi”.

Montefeltro Vedute RinascimentaliIl primo appuntamento è in programma, venerdì 12 agosto, con ritrovo alle ore 16 a Urbino, per affacciarsi al “Balcone di Piero” e ammirare il paesaggio ritratto ne “I Trionfi“, un’enorme pianura attraversata dal fiume Metauro a cavallo dei Comuni di Urbania, Fermignano, Urbino e Acqualagna che il maestro della prospettiva riprodusse con la tecnica a “volo d’uccello”. Dalla località Pieve del Colle la vista sale fino a 1000 metri. Da lì si affaccia sulla Piana di San Silvestro sul Metauro per spostarsi fino a Urbino, ai monti delle Cesane, arrivare fino ad Ancona, al Conero e poi chiudersi sulle dorsali appenniniche.

La visita guidata proseguirà alla ricerca dei panorami ritratti ne “Federico da Montefeltro” che, dalla piana del Metauro, arriva fino alla rupe del Peglio e, sullo sfondo, ha Sant’Angelo in Vado e l’Appennino tosco-marchigiano con la Massa Trabaria, l’Alpe della Luna, i Sassi Simone e Simoncello e il Carpegna. Insieme alle guide turistiche specializzate che guideranno i presenti nel tuffo nella storia dell’arte, ci sarà un ospite d’eccezione: Piero Della Francesca interpretato da un attore, spiegherà con aneddoti e dettagli come e perché decise di raffigurare proprio tali panorami.

Sabato 13 agosto, alle ore 10, le “Vedute Rinascimentali” faranno invece tappa a Pennabilli per raggiungere il “Vista point de La Gioconda”. Proprio Pacifica Brandani, dama di Urbino e amante di Giuliano de Medici, intervistata da un inedito giornalista, racconterà ai presenti la sua vita urbinate con un coinvolgente spettacolo di teatro nella Natura e mostrerà ai presenti il paesaggio senza eguali della Valmarecchia: la frazione di Molino di Bascio, Santa Sofia, la valle del Senatello, Casteldelci, Sasso Simone e Simoncello e il fiume Marecchia.

Corsi d’acqua, colline e vallate che Leonardo ritrasse con la tecnica della “compressione” scoperta dalle “cacciatrici di paesaggi” Rosetta Borchia (pittrice e fotografa) e Olivia Nesci (docente di Geomorfologia dell’Università di Urbino) che per prime riconobbero nei panorami del Ducato dei Montefeltro lo sfondo dei quadri più famosi di Piero e Leonardo. La corrispondenza è stata certificata da analisi e confronti effettuati con tecnologie all’avanguardia – tra queste anche l’utilizzo di droni che, con voli ad alta quota, hanno catturato le aree dipinte da Piero e Leonardo – e sarà illustrata dalle stesse”cacciatrici di paesaggi” ai visitatori presenti.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Costo della visita 8 euro. Prenotazione obbligatoria.

Info e prenotazioni: 333.5274768 – 366.9508583 – info@montefeltroveduterinascimentali.eu

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>