Vis, il pranzo prima dello show: “Facciamo rete per costruire qualcosa di diverso”

di 

17 agosto 2016

PESARO – Il prologo allo show serale vissino è stato un pranzo da Chigio Country House. Un momento conviviale riservato a giocatori della prima squadra e dirigenti, rappresentanti delle istituzioni (gli assessori Enzo Belloni e Mila Della Dora, oltre a Franco Arceci ripresosi dal problema di salute accusato) e giornalisti.

FARE RETE

“Facciamo rete tutti insieme per la squadra del nostro cuore”. Così Guerrini Amadori, il gran cerimoniere, a margine dell’incontro conviviale. Un discorso accorato e significativo quello del direttore generale, che ha invitato ognuno a mettere il proprio mattoncino per la causa. Dopo i ringraziamenti all’amministrazione comunale, “che ci sta facendo lo stadio bello come mai prima”, e al duo Stefanelli-Del Bene, “i quali hanno completato la costruzione della squadra già per l’inizio del ritiro”, parole al miele per David Sassarini, “allenatore con gli occhi della tigre”.

IL MISTER AMBIZIOSO

Lui, Sassarini da La Spezia, ha spiegato come intende il calcio: “Vogliamo proporre qualcosa di diverso, che duri nel tempo. Odio la furbizia e l’economizzare sul risultato. Per fare una casa ci vogliono sei mesi, per costruire una villa più di un anno. Noi stiamo mettendo le fondamenta, consapevoli che se non hai un gioco, quando perdi, non ti rimane nulla. Pesaro? E’ una piazza che merita tantissimo. Avevo richieste anche da società di categorie superiori, ma quando ho sentito la parola Vis non ho avuto dubbi”.

 

LE VOCI DELLE AUTORITA’

Franco Arceci, apparso in buonissima forma: “Una mia amica modenese, nei momenti più duri, mi ha citato il russo Čechov che, oltre che uno scrittore, era anche un medico: “Anche la malattia e la convalescenza sono un piacere quando sai che c’è chi aspetta la tua guarigione come una festa”. I cardiologi dicono che non potrà lavorare prima della fine di agosto, ma io – per quel che posso – darò sempre una mano alla Vis”.

Se Mila Della Dora, assessore comunale allo sport, ha ricordato i suoi trascorsi da arbitro di calcio, “e l’entusiasmo crescente che si instaura nel gruppo in questo periodo dell’anno”, Enzo Belloni, omologo alle opere pubbliche, ha rivendicato la bontà della scelta di effettuare lavori sul Benelli piuttosto che realizzare un impianto nuovo di zecca. “Lo stadio nel centro della città è sicuramente più bello – ha detto – Noi daremo alla società un contenitore vivibile secondo una concezione moderna, ma il club sta lavorando alla grande per rendere sempre più bello il contenuto”.

Pasquale Mormile, delegato provinciale della Lnd della Figc, ha fatto a tutti l’in bocca al lupo, così come Andrea Pierantoni, l’imprenditore pesarese che si fa tutte le trasferte. Hanno preso la parola anche il neoresponsabile delle giovanili Paolo Borioni e i due presidenti Marco Ferri e Claudio Pandolfi, che hanno ringraziato tutti alla vigilia di una stagione che si preannuncia sicuramente interessante.

Discorsi mentre Christian Ginepro, supertifoso vissino ancor prima di attore di successo, esibendo l’abbonamento sottoscritto nonostante da anni risieda a Roma faceva le prove generali per lo show serale a Rocca Costanza. Che spettacolo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>