Volley, un abbraccio alle lille che hanno lasciato la myCicero Pesaro

di 

18 agosto 2016

MyCicero Volley Pesaro 2015-2016

MyCicero Volley Pesaro 2015-2016

PESARO – Si avvicina la nuova stagione, l’attesa è grande, ma è altrettanto grande il sentimento di riconoscenza verso tutte le ragazze che hanno contribuito a rendere esaltante il campionato precedente e per un motivo o per un altro non faranno parte della myCicero Volley Pesaro 2016/17.

In attesa di vedere all’opera Silvia Bussoli, Alessia Degradi, Nicole Gamba, Eleni Kiosi, Rossella Olivotto, Alice Pamio, Rebecca Rimoldi, Alice Santini e Viola Tonello, che faranno compagnia alle confermate Isabella Di Iulio, Alessia Ghilardi e Federica Mastrodicasa, dedichiamo ancora un applauso a chi ha concluso l’avventura pesarese disputando i playoff per la promozione, ma giocherà la stagione 2016/17 indossando un’altra maglia.

Il saluto di Matteo Bertini: “Chi le ha ha prese sappia che sono ragazze speciali”

Al nostro applauso s’unisce il saluto di Matteo BertiniAbbiamo vissuto, insieme, una stagione incredibile sotto tanti punti di vista. Eravamo partiti per disputare un campionato tranquillo, ma la qualità del gruppo e quella del gioco hanno sopperito alle carenze tecniche che ci venivano attribuite da altri. La differenza l’abbiamo fatta anche a livello mentale perché da un certo momento in poi le ragazze hanno creduto di potersela giocare con tutte. Auguro a tutte di disputare una grande stagione e di avere successo nelle loro nuove squadre, che – ne sono convinto – le accoglieranno a braccia aperte. Sono sicuro che chi le ha prese farà un salto di qualità sia a livello umano sia tecnico. Si sappia che hanno ingaggiato ragazze speciali. Scusate se faccio un’eccezione e ne nomino solo una, ma non posso non citare Diletta Sestini, che non ha concluso la stagione in campo per un malaugurato infortunio a un ginocchio. Nei due anni trascorsi con noi è stata un punto fermo per il Volley Pesaro, sia in campo sia fuori. Diletta merita ogni bene e io le auguro di recuperare al massimo e di trovare, nella sua nuova squadra, una sistemazione ideale”.

Visto che Matteo Bertini l’ha citata, partiamo proprio da Diletta Sestini, il cui recupero procede nel migliore dei modi, come ha annunciato la centrale di Prato dalla sua pagina Facebook. Diletta ha trovato una nuova squadra, ma ci ha chiesto di attendere l’annuncio ufficiale della società che l’ha voluta fortemente. Rispettiamo la sua volontà, ma sappiate che non andrà… lontano.

Alessia Arciprete ha proseguito la sua corsa a ostacoli: salutata la B1 e approdata a Pesaro, in A2, dopo una sola stagione, il talento di Civitavecchia va in serie A1, nel Club Italia.

Martina Bordignon ha firmato per l’Eurospin Pinerolo, dove troverà la pesarese Sofia Spadoni, reduce dalla promozione in A2 con la Battistelli San Giovanni in Marignano.

Claudia Di Marino e Sara Zannini portano qualità ed esperienza alla Polisportiva Lorella Moie, matricola di serie B1; una scelta che consentirà a Claudia di proseguire gli studi nella Facoltà di Ingegneria dell’Università Politecnica delle Marche, ad Ancona. Già in bacheca la laurea breve, Claudia, studentessa eccellente, punta a murare gli attacchi avversari e a conseguire l’ulteriore laurea. Con lei, Sara Zannini che vuole tornare subito protagonista in un girone – il C – che vedrà tanti scontri tra ex pesaresi.

Giulia Gennari cambia città e mare e passa dall’Adriatico di Pesaro allo Jonio di Soverato, in serie A2, con il chiaro intento di crescere ancora dopo l’ottimo lavoro fatto con Matteo Bertini e lo staff tecnico della myCicero.

Rita Liliom cambia nazione, saluta l’Italia e va in Francia, dove è stata accolta a braccia aperte dal Béziers Angels. Curioso: nella stagione 2014/15, il Béziers schierava in regia l’italiana Stefania Dall’Igna e in posto 4 la norvegese Mari Aase Hole, due anni a Ucla e altrettanti a Ohio State, che la società pesarese ha tentato di portare in Italia, ottenendo però il rifiuto della scandinava che aveva deciso di smettere di giocare per proseguire gli studi, salvo ripensarci a stagione in corso e andare in Germania, al Volleyball Club Stuttgart. Al suo posto, la myCicero aveva preso Rita Liliom. Bonne chance!

Joelle M’Bra è stata voluta fortemente dalla Sigel Marsala, che da anni tenta di riportare la grande pallavolo in Sicilia. La società ha annunciato con grande entusiasmo l’ingaggio di Joelle: “Una chiusura col botto, un acquisto a effetto”. E lei dichiara all’ufficio stampa della sua nuova società che a Pesaro ha fatto “un’esperienza preziosissima”. L’auspicio è che questa esperienza possa essere fondamentale per le sorti della Sigel.

Un colpo di grande effetto è certamente quello firmato dalla Zambelli Orvieto, che ha riportato in Umbria Elisa Mezzasoma. A Orvieto, però, respirerà aria pesarese, visto che il nuovo allenatore delle umbre è Bibo Solforati, reduce dalla vittoria della serie B1 con San Giovanni in Marignano. A giudizio degli esperti di serie B1, la Zambelli è così forte che potrebbe disputare la serie A2.

Infine, Francesca Babbi, che non ha disputato i playoff, ma a inizio stagione era il capitano delle colibrì. Poi, per le note vicende, ha rescisso consensualmente il contratto e adesso è in forza alla Cmc Olimpia Ravenna che ha in Marco Bonitta, ormai ex allenatore dell’Italia, il punto di riferimento. Francesca è cresciuta nella Teodora Ravenna e vivrà l’emozione del derby. Entrambe le squadre sono inserite nel girone C della serie B1, che comprende San Lazzaro (Bologna), Cesena, Montale Rangone (Modena), Teodora e Cmc Olimpia Ravenna, Reggio Emilia, Moie (Ancona), Firenze, Montespertoli (Firenze), Castelfranco (Pisa), San Giustino (Perugia), Perugia, Bastia Umbra (Perugia) e Orvieto (Treni).

A tutte loro va il nostro “Forza lille!”.

E ovviamente un saluto anche a Michele Patoia, che è il nuovo preparatore atletico del Sudtirol Bolzano e a Gigi Portavia, che porta le sua qualità alla Virtus Fano.

Tags: , ,

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>