Il leghista Paolini: “L’Italia di Renzi umiliata da 2 ladri rumeni”

di 

19 agosto 2016

Luca Rodolfo Paolini

Luca Rodolfo Paolini

Luca Rodolfo Paolini*

PESARO – Il fatto è piccolo. A Pesaro due ladri romeni, presi, processati, condannati, liberati subito – ci mancherebbe, guai a tenere i ladri in carcere in Italia-  ma con l’auto sequestrata, se la sono andata a riprendere, rubandola di nuovo, al deposito Aci, a sua volta scassinato, sparendo. Sembra una scena da un film di Totò e Peppino, invece è l’Italia di Renzi.

Colpa del giudice? No, sia chiaro. Se un governo – anzi tre governi  impazziti (Monti-Letta-Renzi) hanno prodotto 4 o 5 “leggi svuotacarceri” – ormai si è perso il conto – non è colpa dei giudici se quelle leggi folli devono applicare.

Ricordo che nella primavera-estate 2008, in Commissione Giustizia, venne l’allora ministro Angelino Alfano a presentare il nuovo “piano carceri”. A suo dire, tra nuovi edifici e allargamento di padiglioni esistenti,  in pochi mesi avremmo avuto alcune migliaia di posti in più per tenere dentro i delinquenti. Otto anni dopo, due ladruncoli rumeni, con la loro bravata, umiliano e rendono ridicoli di fronte ai cittadini e al mondo la Magistratura, il Parlamento, il Governo e quindi l’Italia e tutti noi.

Come leghista dovrei ringraziare gli ignoti ladri: uno “spot” cosi rende evidente a chiunque abbia ancora un minimo di intelletto come siamo ridotti dopo 8 anni di governo Pd (non dimentichiamo che di fatto sta in maggioranza dal 2011…) e 2 anni di governo Renzi.

Come cittadino e italiano mi viene da piangere a vedere come siamo ridotti.

*Segretario regionale Marche Lega Nord

Un commento to “Il leghista Paolini: “L’Italia di Renzi umiliata da 2 ladri rumeni””

  1. Alessandro scrive:

    Siete stati al governo per quasi 20 anni e non siete riusciti a fare niente in merito. Ancora parlate?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>