L’assessore Belloni: “Pronti ad aiutare le popolazioni colpite dal sisma. Da domani sistemeremo l’arco del Miralfiore”

di 

24 agosto 2016

Enzo Belloni

Enzo Belloni

PESARO – “La cosa più importante è che a Pesaro non è successo nulla di grave. Soltanto l’arco Miralfiore ha subìto danneggiamenti in seguito al terremoto”.

L’assessore comunale alla Protezione civile Enzo Belloni è reduce da un summit svoltosi questa mattina in prefettura, al quale, oltre alle forze dell’ordine, hanno partecipato anche rappresentanti della Regione, dei Comuni di Pesaro, Fano e Urbino. L’incontro è servito per fare il punto della situazione.

“L’unica criticità è quella dell’arco Miralfiore – ribadisce – i vigili del fuoco hanno  provveduto a rimuovere alcuni ornamenti caduti in seguiti alle forti scosse, mentre il Comune ha già transennato l’area”.

Pare essere questo dunque l’unico danno provocato in città dal terremoto che questa notte ha colpito gran parte dell’Italia centrale, causando morti e devastazioni.  “L’arco dovrà essere messo in sicurezza – prosegue Belloni – nel frattempo è stata interdetta la circolazione pedonale intorno all’area e poste transenne per deviare il traffico. Da domani inizieranno i lavori con la procedura di somma urgenza per risistemare la struttura”.

Intanto questa notte il parco resterà aperto in modo tale da consentire ai pedoni di transitare nella zona.  Soltanto una corsia invece a disposizione delle auto in transito.

La solidarietà

“Come sempre accade in queste circostanze, siamo pronti a dare il nostro contributo per aiutare le popolazioni colpite – ha detto Belloni – Abbiamo già inviato una circolare a tutti i volontari della Protezione civile qualora arrivasse una richiesta da parte del coordinamento regionale per l’invio di squadre nelle zone del sisma, chiedendo la disponibilità a partire. Colgo quindi l’occasione per ringraziare anticipatamente i volontari della Protezione civile per la disponibilità dimostrata in queste occasioni e che non è mai venuta meno”.

Tags: , , , , , , ,

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>