Terremoto, partita la macchina della solidarietà: ecco come contribuire

di 

24 agosto 2016

Terremoto (foto dei Vigili del fuoco)

Terremoto (foto dei Vigili del fuoco)

PESARO – Dinnanzi al terribile sisma che ha colpito il centro Italia, portando morte e devastazione fra Marche, Lazio e Umbria, si è messa in moto la macchina della solidarietà.

Il Comitato provinciale delle Pro loco di Pesaro e Urbino a disposizione delle popolazioni delle Marche colpite dal terremoto

Damiano Bartocetti, presidente Unpli Pesaro e Urbino

Damiano Bartocetti, presidente Unpli Pesaro e Urbino

Il comitato provinciale dell’Unpli di Pesaro e Urbino (Unione nazionale delle Pro loco d’Italia) esprime vicinanza alle pro loco e a tutte le popolazioni colpite dal terremoto.

“Dopo aver sentito i presidenti delle pro loco delle zone colpite delle Marche – evidenzia il presidente dell’Unpli provinciale Damiano Bartocetti – ci mettiamo a disposizione per collaborare alla raccolta fondi, attrezzature, creazione di strutture di supporto alla protezione civile, fornitura di generi alimentari e materiali vari, ma anche per l’accoglienza in strutture delle pro loco”.

La Contrada Candelara raccoglie beni di prima necessità

La contrada Candelara, reduce dalla partecipazione al Palio dei Bracieri, sulla propria pagina Facebook, ha fatto il seguente appello: “Come contrada ci sentiamo in dovere di aiutare le popolazioni che purtroppo sono state colpite nella notte dal terremoto. Per questo stiamo organizzando una raccolta di viveri e materiale utile che faremo in modo di far recapitare alla gente delle zone colpite dal sisma. Chi volesse contribuire è pregato di portare l’ occorrente al circolo ACLI tra stasera e domani in modo che venerdì possiamo procedere a consegnare il tutto a chi di dovere. Un elenco di cose che sicuramente sono utili nel foglio allegato qua sotto:

Elenco beni di prima necessità

A Fano Centro Raccolta della Protezione civile

EMERGENZA TERREMOTO! Confermata la notizia dell’istituzione di un centro di raccolta della Protezione Civile di Fano al CODMA dalle ore 15.

Necessitano:
– generi alimentari NON deperibili a lunga conservazione;
– prodotti per l’igiene;
– pannolini per bambini ed adulti;
– vestiti nuovi imbustati.

Emergenza sangue

“A causa del terremoto avvenuto questa notte urge sangue, di tutti i gruppi sanguigni – scrive un utente di Facebook – Facciamo una gara di solidarietà, tutti quelli che sono in possesso dei requisiti necessari ad effettuare la donazione, chiamate l’Avis Pesaro al numero di telefono 0721.31466, e con l’occasione potrete richiedere la tipizzazione (altro piccolo prelievo) per la donazione del midollo. So che siamo forti nel momento del bisogno e ora c’è bisogno di tutta la nostra forza al posto dei soliti commenti. Mi piacerebbe vedere delle foto delle vostre donazioni qui sotto. Io ho prenotato per domani mattina, e tu?”

Dalla chirurgia plastica italiana un aiuto per i terremotati del Centro Italia

Dopo il terremoto verificatosi nella notte tra il 23 e il 24 agosto tra Amatrice e Accumoli, in provincia di Rieti, i chirurghi di Aicpe Onlus, la branca di Aicpe (Associazione Italiana di Chirurgia Plastica Estetica) dedicata alla beneficenza e al volontariato, hanno attivato una raccolta fondi a favore delle popolazioni coinvolte.

“Sono molti i colleghi, attivi nelle zone e nei centri sanitari dei luoghi colpiti –dichiara il presidente di Aicpe Onlus Marco Stabile – che hanno già iniziato a cooperare con le istituzioni preposte all’aiuto, e che ci tengono costantemente aggiornati sulla situazione. La gravità della tragedia è apparsa subito evidente. Per questo Aicpe e Aicpe Onlus hanno chiamato a raccolta i propri soci e aperto una sottoscrizione volontaria per raccogliere fondi a sostegno delle operazioni umanitarie”. Sempre attraverso i colleghi presenti nei territori colpiti dal terremoto, AicpeOnlus individuerà i canali più idonei e verificabili per portare un aiuto concreto all’opera di soccorso e ricostruzione.

“La generosità dei nostri soci, come accaduto anche in occasione di analoghe iniziative passate, si è manifestata fin dalle prime ore dopo questo terribile evento -conclude Stabile – Nelle prossime settimane verrà fornito un resoconto di come sarà utilizzato il denaro inviato”.

 

 

AICPE onlus: è la branca di Aicpe (Associazione Italiana di Chirurgia Plastica Estetica) dedicata alla beneficenza ed  al volontariato. Nata nel 2013 con l’intento di sostenere in modo concreto i soci che sono impegnati in prima persona in progetti no profit in giro per il mondo, AICPE onlus raccoglie e gestisce i fondi in rapporto ad esigenze specifiche, ma in particolare organizzando missioni periodiche di chirurgia plastica umanitaria. Attualmente è presente in Paraguay, Guatemala e Togo. www.aicpe.org

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>