Terremoto, l’appello dell’assessore alle scuole pesaresi: “Raccogliamo materiale didattico e giocattoli per bambini”

di 

26 agosto 2016

Giuliana Ceccarelli

Giuliana Ceccarelli

PESARO – “Il terremoto che ha devastato alcuni Comuni della nostra penisola, in particolare anche della nostra regione, ci ha lasciati attoniti e comprensibilmente vicini a tutti gli abitanti che stanno vivendo un dramma così straziante”. L’assessore comunale alla Crescita Giuliana Ceccarelli chiama a raccolta le scuole pesaresi di ogni ordine e grado, per dare vita a una catena di solidarietà  con l’obiettivo di portare conforto e far sentire a bambini e ragazzi la “vicinanza” della nostra città.

“Il cuore e la capacità organizzativa degli italiani, il loro senso di solidarietà, sono ben note a tutti – continua l’assessore – Subito dopo il terribile evento sismico, si è immediatamente innescata una catena umanitaria senza limiti che vede enti, associazioni, gruppi e singole persone adoperarsi per cercare di prestare aiuto e lenire il dolore degli abitanti di un intero territorio”.

Ecco quindi l’appello dell’assessore, che chiede a tutti gli istituti scolastici di raccogliere materiale didattico (quaderni, matite, penne, colori, ecc.) e giochi (almeno un gioco per ogni scuola dell’infanzia o nido d’infanzia) da inviare nelle zone terremotate. “Il tutto dovrà essere messo in contenitori, scatole di cartone o plastica. Una volta chiusi,  (con l’indicazione sulla parte superiore o laterale  del nome della scuola e di ciò che custodiscono) si potrà chiamare la segreteria dell’assessorato per far venire a ritirare da parte dei volontari, gli scatoloni a scuola. E’ noto, ovviamente, che la tempistica della scuola è diversa,  ma è altrettanto noto come il passaparola può fare molto… Il fatto che le scuole di una città si mobilitino da subito è certamente un buon segnale”.

Ci sarà tempo fino al 7 settembre per raccogliere il materiale,  in modo tale che tutti  i contenitori possano arrivare al  centro di raccolta il 10 e l’11 settembre, per poi partire alla volta dei Comuni di destinazione. Anche in questo caso il punto di raccordo sarà il vecchio palazzetto dello sport di viale dei Partigiani (a partire da lunedì 29 agosto, con orario 16-19).

“Lo sguardo disperso dei bambini e lo stupore de ragazzi che abbiamo visto in questi giorni nelle foto e nelle immagini non rendono il ‘sentire’ vero di chi vive tragedie di tale portata. Quei bambini e quei ragazzi devono poter contare sulle scuole pesaresi per iniziare, pur con le difficoltà prevedibili, il prossimo anno scolastico e sentire, da subito, che non sono soli”, conclude la Ceccarelli.

Un commento to “Terremoto, l’appello dell’assessore alle scuole pesaresi: “Raccogliamo materiale didattico e giocattoli per bambini””

  1. Cinzia scrive:

    Come insegnante credo sia ottima cosa dedicare il primo giorno di scuola alla raccolta di materiale…. sarà più facile coinvolgere tutte le famiglie. …i vari istituti si possono adoperare per effettuare ciò? Cordiali saluti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>