Sudare per vincere: a Borgo Pace prendono forma i sogni della Vuelle 2016-17. Oggi scrimmage con Jesi

di 

29 agosto 2016

BORGO PACE – La passione di una tifoseria la noti anche dai particolari e le decine di pesaresi e non, che nel weekend hanno raggiunto Borgo Pace, per dare una sbirciatina dal vivo alla nuova Vuelle, testimoniano come il basket a Pesaro sia radicato nella cultura cittadina, con tanti tifosi di seconda e terza generazione ad affiancare i genitori, tramandando l’interesse verso questa nuova Consutinvest, che proprio in questi giorni sta nascendo sotto gli occhi vigili di coach Piero Bucchi.

La Consultinvest 2016-2017 prende forma a Borgo Pace (FOTO Gianluca Agostini)

La Consultinvest 2016-2017 prende forma a Borgo Pace (FOTO Gianluca Agostini)

Sono passati solo una decina di giorni dalla data del raduno ed è prematuro dare giudizi, ma si respira comunque un’aria diversa rispetto al recente passato, con la sensazione che stia nascendo una Vuelle intrigante, capace di dire la sua in un campionato che si presenta equilibrato ed indecifrabile, con tante formazioni ambiziose ed interessate alla zona playoff.

Si corre e si si suda, anche se l’aria frizzantina della collina aiuta a sentire meno la fatica, con il preparatore atletico Venerandi che mette sotto la truppa, caricandoli di quel lavoro che verrà utile nei prossimi mesi, ma è quando arriva il pallone sul parquet, che l’interesse della gente sulle tribune aumenta, anche se poi uno stesso schema viene ripetuto all’infinito, almeno finché il coach non ritiene che tutti lo abbiano recepito fino in fondo, si parte dall’onnipresente pick and roll, sia in fase offensiva che difensiva, con i due lituani che partecipano, anche se la lezione potrebbero insegnarla anche loro ad occhi chiusi, mentre gli americani ogni tanto incespicano, soprattutto nel “roll”, quando si devono evitare i blocchi per non perdere l’avversario diretto, ma tra qualche urlo dello staff e qualche lezione privata si va avanti, passando allo schema successivo.

Che la nuova Vuelle voglia correre lo si vede ad occhio nudo, con gli esterni americani che scalpitano come puledri di razza, pronti a scatenarsi ogni volta che ne hanno la possibilità e quando viene abortita un’azione veloce, per rimettere a posto un particolare, ci rimangono male, perché vorrebbero subito dare spettacolo, ma il campionato sarà una cosa seria, dove ormai il contropiede è un evento raro, con il fallo tattico a metà campo di calcistica scuola che è diventato una routine, così si dovranno cercare soluzioni alternative. Anche se qualche schiacciata e qualche assist al fulmicotone le vedremo comunque dal prossimo ottobre. Perché di talento questa Vuelle ne ha nel proprio roster.

Ma il talento grezzo non sempre ti fa vincere le partite e fa bene lo staff biancorosso ad insistere sulla fase difensiva, staff che ha visto l’uscita del vice Umberto Badioli, uomo serio e preparato, che ha scelto di dedicarsi completamente all’insegnamento, ma, nel segno della pesaresità, il suo posto sarà preso da Paolo Calbini, 44enne che nella Vuelle è nato e cresciuto, del quale era già allenatore degli juniores e che crediamo possa dare una bella mano a coach Piero Bucchi.

La Consultinvest 2016-2017 prende forma a Borgo Pace (FOTO Gianluca Agostini)

La Consultinvest 2016-2017 prende forma a Borgo Pace (FOTO Gianluca Agostini)

Oggi a Borgo Pace, ci sarà il primo assaggio di vero basket, con uno scrimmage contro Jesi, una partita senza punteggio e senza arbitri, giusto per confrontarsi contro una squadra diversa, in attesa della prima vera e propria amichevole, in programma a Varese venerdì 2 settembre, quando la Consultinvest affronterà alle ore 18.30 la Dolomiti Energia Trento, nel primo match del Torneo dei Consorzi, che vedrà impegnata, oltre ai padroni di casa dell’Openjob Metis, anche la Mens Sana Siena.

ABBONAMENTI VUELLE 2016-17

Sono due gli obiettivi di questa campagna abbonamenti: il primo è superare i 3123 abbonati dello scorso anno, il secondo è quello di ricavare dai botteghini una cifra superiore ai 554.185 incassati nel 2015-16 e naturalmente i due obiettivi sono correlati tra loro, anche se per raggiungere il secondo, una bella mano la darà l’aumento dei prezzi, valutabile tra il 10 e 15% rispetto al passato. Il presidente del Consorzio Luciano Amadori, ci ha tenuto a far sapere che si è speso più del previsto nella costruzione della squadra e che in questo momento le casse biancorosse sono pericolosamente vicino allo zero. Non è proprio così, ma naturalmente ci si aspetta molto da questa campagna abbonamenti, sia come numero di presenze, sia come introiti, perché nel budget 2016-17, vicino alla voce entrate dall’Adriatic Arena, ci dovrebbe essere una cifra simile a quella dell’anno scorso e se fosse inferiore, complicherebbe non di poco il cammino della Vuelle.

Ma onestamente non ci sono i presupposti per aspettarsi il peggio, perché, senza abbondare nell’ottimismo, la nuova Consultinvest sembra più attrezzata di quella precedente e non crediamo che l’aumento del costo dell’abbonamento, incida più di tanto nella scelta dei tifosi, che continueranno in ogni caso a poter usufruire di molte agevolazioni, dagli sconti per gli under 18 e gli over 65, al 20% in meno per chi porterà un nuovo abbonato, agli sconti per le famiglie, allargati anche a quelle composte da due genitori ed un figlio.

Si inizia oggi con la prelazione per i vecchi abbonati, che avranno tempo fino a sabato 10 settembre per confermare il loro posto, si potranno sottoscrivere le tessere nella nuova sede Vuelle di Via Bertozzini 16 – la prosecuzione di Piazzale Primo Maggio, andando verso il vecchio palas – presso la tabaccheria Tomassoli di Viale Cialdini, presso il negozio Prodi Sport di Largo Ascoli Piceno e presso la tabaccheria Carta Canta di Montecchio ValleFoglia, per agevolare i numerosi sostenitori dell’entroterra.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>