Volley, Europei Under 19: l’Italia si salva dopo una serata sulle montagne… bielorusse

di 

29 agosto 2016

Un punto guadagnato o un punto perso? Beh, nella serata vissuta sulle montagne russe, pardon, bielorusse, in altalena dalla prima alla penultima palla, l’Italia (foto Cev) può sorridere perché, dopo avere rischiato di perdere, ha conquistato una vittoria e 2 punti preziosi. E’ vero, ha perso contatto con la Russia, avversaria lunedì sera, ma ha davvero fatto di tutto per concedere alla Bielorussia ossigeno, e forse qualcosa di più, dopo che la squadra allenata da Natallia Melaniuk era rimasta senza bombole poco più di 24 ore prima, travolta dalle vicine di casa.

214507_aMUZ_6483Perso, male, il primo set, vinto – soffrendo – il secondo e il terzo parziale, le ragazzine di Cristofani sono andate per l’ennesima volta in tilt, e l’allenatore dovrà essere bravo a capire se si tratta più di motivazioni tecniche o se è solo una questione psicologica. Vero è, però, che la ricezione, soprattutto sul servizio di Hanna Kniazeva, è stata disastrosa: alle fine, 37% positiva e 28% perfetta, mentre le bielorusse hanno totalizzato il 54% e il 32%. In ogni caso, dopo avere visto le azzurrine subire parziali clamorosi (il primo set è stato choccante: avanti 8-6 hanno regalato un 2 a 10, inspiegabile, mentre Klimets – immarcabile con il 50% offensivo: 25/50, 3 muri e 1 ace – dominava la scena. Il buio si è ripetuto nel secondo set, che peraltro ha avuto una conclusione più felice. Dal 16-11 al comunque rassicurante 21-17, prima che le avversarie riaprissero i giochi, chiusi sul 25-23 dalle ragazze di Cristofani), sembrava difficile che sull’1-4, ma soprattutto sul 6-10 del tie-break potessero uscire dalla rete in cui si erano aggrovigliate. Essere riuscite nell’impresa depone a favore della loro saldezza d’animo, ma contro la Russia – lunedì sera, ore 20,30 – bisognerà offrire di più, molto di più. Anche se la capolista del girone 2 avrà il vantaggio di qualche ora di riposo in più dopo avere giocato una partita decisamente più facile.

ITALIA-BIELORUSSIA 3-2 (22-25; 25-23; 27-25; 19-25; 15-12 in 129 minuti)

ITALIA : Boldini, Bartesaghi 2, Morello 3, Lubian 12, Zannoni (L), Provaroni 2, Pamio 12 (10/29; 2 ace), Mancini 6, Mazzaro, Melli 11, Nwakalor ne, Pietrini 21. All. Cristofani

BIELORUSSIA: Kniazeva 8 (4 ace), Getmanchuk (L), Kisliuk 7, Bulakh 1, Kastsiuchyk 17, Miniuk 6, Pashkevich (L) ne, Egorowa 3, Klimets 29, Hryshkevich 19, Prasolava ne, Kholad . All. Natallia Melianiuk

Arbitri: Lyubomir Sirakov (Bulgaria) e Ksenija Jurković (Croazia).

Domenica erano in programma anche Germania-Russia 0-3 (24-26; 21-25; 21-25) in 83 minuti; migliori realizzatrici: Germania: Orthmann 15; Russia: Lazarenko 15. Ungheria-Serbia 0-3 (16-25; 15-25; 20-25) in 52 minuti. Migliori realizzatrici: Ungheria: Németh 15, Serbia: Lazović 14.

La classifica: Russia 6, Italia 5, Serbia e Germania 3, Bielorussia 1, Ungheria 0.

Prossimo turno, lunedì 29 agosto: ore 15,30 Serbia-Germania; ore 18 Bielorussia-Ungheria; ore 20,30 Russia-Italia.

Tutte le partite del girone 2 sono trasmesse in diretta da Laola1.tv, la televisione in streaming grande amica della pallavolo.

Nel girone di Nitra, questi i risultati della seconda giornata: Turchia-Belgio 3–0 (25-23; 25-14; 25-17) in 76 minuti; migliori realizzatrici: Turchia: Yűgenς 13, Belgio: Flament 10; Slovacchia-Francia 3-0 (25-22; 25-12; 25-11) in 75 minuti; migliori realizzatrici: Slovacchia: Fricova e Sunderlikova 12, Francia: Martin 6; Bulgaria-Croazia 3-1 (25-22; 26-24; 24-26; 25-17) in 114 minuti; migliori realizzatrici: Bulgaria: Milanova 19, Croazia: Cvetnić 18.

La classifica: Turchia 6, Bulgaria 5, Slovacchia 3, Belgio 2, Croazia e Francia 1.

Terza giornata: Francia-Turchia (ore 15), Croazia-Slovacchia (ore 17,30), Belgio-Bulgaria (ore 20).

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>