Ospedale unico, FdI-An fanese parla di “polpetta avvelenata per Seri”

di 

3 settembre 2016

Da Andrea Montalbini, segretario Fratelli d’Italia – Alleanza nazionale Fano, riceviamo e pubblichiamo la seguente nota:

NUOVO OSPEDALE UNICO: IL PD FANESE SERVE LA POLPETTA AVVELANATA AL SINDACO SERI

FANO – Sul tema del nuovo ospedale unico il Partito democratico di Fano ha servito al sindaco Massimo Seri una bella polpetta avvelenata. L’avvelenamento politico è stato organizzato dai capi pesaresi che però rimangono nascosti e fanno servire la polpetta avvelenata dai dirigenti del Partito democratico fanese. Infatti con una impressionante sequenza abbiamo letto negli ultimi tre giorni delle incredibili dichiarazioni della ditta PBN ossia il trio del Pd fanese Pucci-Bacchiocchi-Nicolelli rispettivamente segretario del PD fanese, capogruppo del PD in consiglio comunale e presidente. Non si tratta di lupi solitari ma di pezzi da novanta del PD fanese che hanno mandato un chiaro messaggio politico al sindaco di Fano: Massimo hai fallito, l’ospedale si farà a Pesaro, sei un buono a nulla e le colpe saranno tutte tue, non certo del PD fanese.

Infatti non serve l’algoritmo di Ceriscioli per capire che il nuovo ospedale di farà nel pesarese, che Fano perderà il Santa Croce e che la colpa sarà attribuita, come già fatto dalle dichiarazioni della ditta PBN, alla esclusiva incapacità politica di Seri.

Il Partito democratico provinciale, scottato dalla recente e bruciante perdita di Fossombrone proprio a causa della sanità, sa benissimo che far un nuovo ospedale a Pesaro chiudendo quello di Fano significherebbe perdere le prossime elezioni e quindi hanno bisogno di un capro espiatorio per pulirsi la coscienza: si tratta di Massimo Seri, pubblicamente e sonoramente accusato dal trio PBN di incapacità politica e del fallimento della difesa della sanità fanese. Il trio PBN non dice sul fatto che è il loro partito regionale e provinciale a decidere le sorti del Santa Croce e che il fallimento della politica sanitaria provinciale con la mobilità passiva e le liste d’attesa è frutto delle politiche del Partito democratico. Il PBN preferisce dare tutte le colpe al sindaco Seri che formalmente dovrebbe comandare la città ma che praticamente si inchina al volere del Partito democratico e del sindaco ombra Renato Minardi di cui è umile gregario.

Il Partito democratico deve accelerare sul nuovo ospedale unico poiché a livello nazionale il premier Renzi è molto in difficoltà e, se vincesse il NO al referendum costituzionale, il governo, che ricordiamo è a trazione Pd, cadrebbe e ciò causerebbe la perdita della sponda governativa. Ma la fretta è cattiva consigliera e il Partito democratico sa benissimo che dare a Pesaro il nuovo ospedale significa distruggere il consenso politico del Pd di Fano quindi ora assistiamo alla geniale trovata per cui il Partito democratico fanese, responsabile con i vertici regionali e provinciali della disastrosa sanità pubblica e della fine annunciata del nosocomio fanese, attacca frontalmente il sindaco Seri accusandolo di scelte che onestamente non sono le sue ma del partito di Renzi.

Eppure una colpa evidente il sindaco Seri ce l’ha: continua a stare immobile mentre gli alleati del Pd gli stanno scavando la fossa politica. Un qualsiasi altro sindaco di rilievo non avrebbe mai permesso degli attacchi cosi duri e diretti che ne minano la rispettabilità e la legittimità, ma Seri sorride sornione alle sberle del Pd, ridacchia, ammicca, prova a difendersi ma sempre con un atteggiamento servile.

La partita sulla sanità si gioca fra poche settimane. Ormai è deciso che Pesaro vincerà ed il resto della Provincia perderà, compresa Fano che vedrà smantellando il Santa Croce. La polpetta avvelenata per Seri è pronta sul piatto servita da Pucci-Bacchiocchi-Nicolelli e preparata da Minardi-Ricci-Ceriscioli. Massimo Seri è ancora in tempo, può rifiutare la polpetta avvelenata e salvare la sanità fanese. Basta solo escludere il “sindaco” Minardi dalla sua maggioranza, eliminare un assessore del Pd e nominare un nuovo assessore alla Sanità della sua lista civica. Se non lo facesse, allora capiremmo non solo che è pronto a mangiare sorridente la polpetta avvelenata del Pd ma che forse, per motivi che ci sfuggono, che gli piacerà anche mangiarsela in un sol boccone decretando la fine della sanità fanese! E magari Seri lascerà pure qualche briciola avvelenata a Sinistra unita di Mascarin e Luzi, che stranamente accusa pubblicamente il Pd ma poi mangia sullo stesso tavolo del potere fanese.

Andrea Montalbini
Segretario FDI – AN Fano

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>