F1 Gp d’Italia: a Monza ancora Mercedes. Seconda fila tutta Ferrari

di 

4 settembre 2016

MONZA – Lewis Hamilton con un giro monstre regola il compagno-rivale Rosberg e si candida a protagonista del ” Heineken Monza G.P.”. Il campione in carica ha dominato fin dalla Q1 l’ora delle qualifiche, permettendosi il lusso di girare in Q2 con gomme meno performanti, una supremazia quella di Hamilton e Rosberg disarmante, alla quale hanno provato a rispondere con tutte le forze Vettel e Raikkonen con una buona Ferrari, come già si era visto domenica scorsa nel poi sfortunato g.p. del Belgio.

Comunque consistente il ritardo dei due ferraristi Vettel chiude terzo a otto decimi dalla pole, mentre Raikkonen paga quasi un secondo, comunque il tanto sbandierato buon passo gara della Ferrari buon far ben sperare i tanti tifosi che finalmente si sono rivisti oggi a Monza.

Siamo sempre lontani dalle folle transoceaniche del periodo Schumacher, ma comunque un buon auspicio per gli sforzi fatti per mantenere il gran premio nel “tempio della velocità”, sforzi  che hanno suscitato non poche polemiche anche da parte nostra, che comunque in nome dello sport, ieri hanno avuto il loro epilogo con la firma del contratto che sancisce lo svolgimento del gran premio d’Italia  a Monza fino al 2019. Torniamo alle qualifiche, come detto la buona prestazione della Ferrari oggi, al di là della impossibile vittoria, salvo defaillance della Mercedes, è da considerarsi di buon auspicio per la lotta che riguarda il secondo posto nella classifica costruttori che vede per ora la Red Bull davanti alla Rossa.

Una Red Bull oggi in difficoltà con Ricciardo sesto e il “fischiato” Verstappen settimo, superati da una buona Williams quarta con Bottas. 

Performante come sempre anche la Force India, ottava con Hulkenberg e nona con Perez, che precede la “neo arrivata” Hass di Gutierrez, il messicano ha sfruttato al meglio la potenzialità del motore, pardon Power Unit Ferrari, che equipaggia la vettura americana.

Ora non resta che concentrarsi sulla gara, la premessa è come sempre quella di vedere per le prime due posizioni un gran premio “noioso”,una condizione che solo il duo della Mercedes può “cambiare”, o come molti auspicano in ” miracolo” della Ferrari. La risposta fra meno di ventiquattro ore con doppia diretta Sky e Rai.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>