La myCicero Volley Pesaro sorprende il dottor Piero Benelli

di 

6 settembre 2016

PESARO – Una sorpresa per il dottor Piero Benelli, per tutti gli atleti che assiste semplicemente “Doc”. Ieri sera è passato al PalaSnoopy, dove era in corso il primo allenamento pomeridiano della terza settimana di preparazione della nuova stagione e la myCicero Volley Pesaro l’ha accolto con affetto e una… sorpresa: una maglietta dedicata con la scritta Piero “D.O.C.” Un argento che vale oro.

Ovvio che Giancarlo Sorbini, che ha ideato la sorpresa, abbia giocato sul Doc, trasformandolo in Denominazione d’Origine Controllata. Il riferimento, altrettanto ovvio, alla medaglia d’argento conquistata dalla Nazionale maschile di pallavolo, di cui il dottor Benelli è responsabile medico, ai Giochi Olimpici di Rio.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Una vita da sportivo praticante fanno del dottor Benelli un personaggio, oltre che un medico, molto importante per le squadre e le società con cui collabora. Conosco Piero Benelli da quasi 40 anni e in questo lungo periodo ho potuto rendermi conto del suo rapporto con gli atleti, spesso sorpresi dal medico sportivo. Ricordo che in occasione di un ritiro montano della Scavolini, Darren Daye – non vorrei sbagliare, ma mi sembra fosse proprio lui – vedendo Piero correre con la squadra, si mise a ridere, come a dire: “Doc, cosa fa?”. Non sapeva che Piero Benelli è stato azzurro di pentathlon, che prevedeva come ultimo atto della disciplina olimpica una gara di corsa campestre. Insomma, ce ne volevano di Daye per raggiungere – correndo – Benelli.

E nel recente periodo ho visto Matteo Piano, centrale dell’Italvolley che stava recuperando nel Centro Fisioclinics dopo un intervento alla schiena, ascoltare con grande affetto, più che con semplice attenzione, le parole, i consigli del Doc.

I giorni scorsi ho imparato dalle ragazze della myCicero che l’impatto con il dottor Benelli in occasione delle visite mediche di rito prima che inizi la stagione è stato molto positivo. Non avevo alcun dubbio. E chissà che il rapporto con la pallavolo femminile non sia foriero di positività anche per l’Italvolley maschile. Magari Alessia Ghilardi, il super libero della myCicero, troverà occasione per dire a Piero di ricordare a Gianlorenzo Blengini, allenatore della Nazionale, che la ricezione è carente sulla battuta in salto float delle squadre avversarie. Come si è visto nella finale di Rio, quando il Brasile ha messo in difficoltà la ricezione azzurra.

Piero Benelli, un grande acquisto per la pallavolo femminile, soprattutto per la myCicero Volley Pesaro.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>