La myCicero perde l’amichevole, ma vince un tie-break e fornisce buone indicazioni a coach Bertini

di 

17 settembre 2016

La myCicero Volley Pesaro nella prima amichevole della nuova stagione

La myCicero Volley Pesaro nella prima amichevole della nuova stagione

SAVINO DEL BENE SCANDICCI – MYCICERO PESARO 3-1
SAVINO DEL BENE SCANDICCI: Meijners, Ferreira, Zago, Cruz, Arrighetti, Rondon; Merlo (L), Moreno Pino, Crisanti, Loda, Giampietri, Scacchetti. All.: Chiappafreddo
MYCICERO PESARO: Degradi, Olivotto, Pamio, Santini, Mastrodicasa, Di Iulio; Gamba (L), Bussoli, Rimoldi, Tonello. All.: Bertini
ARBITRI: Russo e Mori
PARZIALI: 25-14; 25-22; 25-17; 10-15.

SIENA – Ottimo test quello sostenuto dalla myCicero, in quel di Siena, al cospetto di di una Savino Del Bene Scandicci che è stata costruita per occupare le prime posizioni del prossimo campionato di A1.

L’impatto con il match non è stato però dei migliori per le ragazze rossoblù, prive di Kiosi (impegnata con la nazionale greca) e Ghilardi (alle prese con un problema a un polpaccio): la forza delle avversarie e i muscoli imballati hanno giocato un brutto scherzo a Mastrodicasa e compagne che hanno faticato in avvio di partita. Il primo set – come testimonia il risultato – è stato un monologo.

Nel primo set si percepiva tanta emozione nelle ragazze, più tranquille nel secondo, tanto da mostrare bel gioco” il commento via social del presidente Sauro Sorbini, al seguito delle ragazze con la co-presidente, nonché moglie, Barbara Rossi.

A proposito di social: i Balusch, arrivati in toscana con un minibus, hanno trasmesso nella loro pagina Facebook diverse immagini della partita amichevole.

I Balusch sulle gradinate del PalaExtra

I Balusch sulle gradinate del PalaExtra

Rotto il ghiaccio, le pesaresi hanno cominciato a macinare gioco e, poggiandosi sul fondamentale della difesa, hanno contrastato Arrighetti e compagne non sfigurando al cospetto di una signora squadra. Tanto che, archiviato il risultato sul 3-0 per le toscane, si è giocato una sorta di tie-break, vinto da Mastrodicasa e compagne.

Già, il PalaExtra, teatro di grandi storie della pallacanestro senese, della Mens Sana di tanti scudetti, che potrebbero anche essere revocati per le note vicende legate a Ferdinando Minucci, che in passato ha visto grandi partite della Vuelle, ma anche del pesarese di Pantano, Daniel Hackett, in maglia biancoverde. Mens Sana che proprio oggi ha nominato capitano Simone Flamini, altro grande ex della Vuelle.

“Sono molto soddisfatto di questa partita – così coach Bertini a fine match – perché ho visto quello che mi aspettavo a questo punto della preparazione. Molto bene l’asse muro-difesa; da rivedere l’attacco ma era preventivabile sia per la qualità dell’avversario che per il nostro stato di forma attuale. Abbiamo pagato dazio all’inizio, ma poi, una volta entrate in partita, abbiamo reso la vita difficile ad una squadra costruita per vincere. Sono contento: c’è qualcosa da rivedere, ma la base di partenza è ottima e la strada intrapresa è quella giusta. Le ragazze hanno avuto un atteggiamento fantastico e l’ho percepito da come abbiamo difeso: ho fatto ruotare tutte e dalla squadra ho avuto risposte positive”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>