Pesaro Rugby, da Vicenza due sconfitte che non intaccano la fiducia

di 

19 settembre 2016

VICENZA – Il Pesaro Rugby torna dal quadrangolare giocato sabato alla Bpvi Arena di Vicenza con due sconfitte che non intaccano la convinzione di poter ben figurare nel terreno inesplorato della prossima seria A.

A Vicenza, la squadra di Ballarini è stata chiamata ad un battesimo di fuoco contro il Conad Reggio, club neopromosso nel massimo torneo di Eccellenza. E la superiorità, figlia della differenza di categoria, si è tradotta in un perentorio 31-0 in favore degli emiliani.

Nel secondo match i pesaresi hanno affrontato l’Amatori Rugby Badia che aveva perso la precedente partita 10-5 contro i Rangers Vicenza. Due squadre che, come i kiwi giallorossi, militeranno in serie A, ma nel girone 3. Una A riconquistata lo scorso maggio dalla squadra di Badia Polesine (Rovigo) che ha battuto i pesaresi 14-0 grazie a due mete corredate da altrettante trasformazioni.

Il quadrangolare ha decretato dunque il primo posto del Conad Rugby Reggio, secondo per i Rangers Vicenza, terzo per l’Amatori Rugby Badia e quarto il Pesaro Rugby.

la-sfida-fra-pesaro-rugby-e-amatori-badia“Il risultato in questo momento passa in secondo piano – racconta l’allenatore Ballarini – Io sono soddisfatto perché ho ricevuto delle risposte di crescita rispetto al precedente test-match giocato con l’Accademia. Soprattutto nella prima partita. L’avere di fronte una squadra di Eccellenza non ci ha intimidito dal giocare un rugby propositivo con buone giocate offensive e una riduzione di certi errori difensivi che commettevamo nelle precedenti uscite. Poi, naturalmente, la differenza di categoria si è vista. Ma è stata una partita che ci ha permesso di ambientarci a quello che ci aspetterà”.

Il secondo match del quadrangolare con Badia è stato viziato dall’essere giocato ad appena 10 minuti dal termine della sfida con Reggio a differenza dell’ora di recupero dei rodigini: “Un po’ di stanchezza si è sentita – conferma Ballarini – Aggiungiamoci alcune doverose rotazioni di uomini che hanno portato ad un’intesa diversa sulla quale lavorare. Abbiamo commesso due errori difensivi grossolani, ma rimane un weekend in cui accresciamo la coscienza di potercela giocare a questo livello”.

In attesa della prima giornata di campionato (2 ottobre a Benevento), la squadra non disputerà più test match, ma si concentrerà sul lavoro al Toti Patrignani. Si confida di recuperare parte degli infortunati Tommaso Ballarini, Simone Battisti, Matteo Piccioli, Nicola Nardini e Tommaso Scavone.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>