La creatività di Tapia Leyton e Gallo Rosso accendono il sabato di Hangartfest

di 

23 settembre 2016

PESARO – Dopo l’inizio tutto al femminile con Lara Russo e Danila Gambettola, Hangartfest continua sabato 24 settembre con una giornata ricca di appuntamenti.

Si inizia già nel pomeriggio, alle ore 18:00, alla Libreria Le Foglie d’Oro, a pochi passi dalla Chiesa della Maddalena, con una conversazione sulla danza dal titolo La ballerina cosmica: tra danza sognata e vera danza. A condurre l’incontro Eugenia Casini Ropa, già più volte ospite del festival.

Ex professore associato di discipline storiche della danza al corso DAMS e alla laurea magistrale in Discipline dello spettacolo dal vivo dell’Università di Bologna, Eugenia Casini Ropa svolge intorno alla danza un’intensa attività culturale, che ha dato luogo ad un gran numero di manifestazioni e alla pubblicazione di numerosi volumi, promuovendo in particolare i giovani studiosi. Ad oggi è direttore responsabile della rivista scientifica “Danza e Ricerca” e presidente della DES Danza Educazione Società, un’associazione che promuove su piano nazionale la danza in ambito sociale e pedagogico (www.desonline.it).

Partendo dal libro illustrato La ballerina cosmica di Linda Ferri (edizione Salani), l’incontro si trasformerà in una conversazione tra immaginazione e realtà, che apre uno sguardo sulla danza e il suo magico potere di incontrare l’armonia dell’universo. L’ingresso è libero.

Andres Tapia Leyton

Pablo Andres Tapia Leyton

La sera è, invece, dedicata al progetto Essere Creativo, in collaborazione con AMAT, che quest’anno si mostra in una veste completamente nuova. Nata nel 2005 come una piccola vetrina destinata ad artisti marchigiani, nel giro di alcuni anni diventa punto di riferimento su scala europea per coreografi emergenti, frequentata da professionisti, critici di danza e direttori di festival.

Nel 2016 il festival decide, insieme ad AMAT, di abbandonare il format vetrina, oramai superato, e trasforma Essere Creativo in un progetto per residenze creative destinate a coreografi professionisti.

Viene così pubblicato il nuovo bando Essere Creativo Residency Project. Arrivano 40 candidature dall’Italia, dalla Svizzera, dal Belgio, dal Regno Unito e dalla Francia e solo due progetti, quello di Andrea Gallo Rosso e di Pablo Andres Tapia Leyton, vengono selezionati. Dopo una settimana di residenza creativa, rispettivamente alla Chiesa della Maddalena e dell’Annunziata, il giorno 24 settembre avverrà la restituzione pubblica dei lavori coreografici.

Andrea Gallo Rosso - Duo# Festival Mirabilia 2016 (foto Andrea Macchia)

Andrea Gallo Rosso – Duo
Festival Mirabilia 2016
(foto Andrea Macchia)

Si parte quindi alle 21:00 alla Chiesa della Maddalena con Andrea Gallo Rosso che presenterà PostProduzione_DUO, primo spettacolo dove l’artista si mette alla prova solo come coreografo, interpretato da Ramona Di Serafino e Miriam Cinieri. Il lavoro, iniziato grazie all’assegnazione del Bando “Residenze Coreografiche Lavanderia a Vapore 3.0 di Piemonte dal Vivo”, indaga le tematiche del conflitto e della memoria, utilizzando come mezzo di indagine e di ricerca due laboratori, attivati sul territorio di Collegno, uno con adulti Over60 e il secondo con un piccolo gruppo di Ex utenti dell’Ospedale Psichiatrico di Collegno (nei quali locali sorge l’attuale centro regionale della danza). In tal modo il coreografo ha voluto indagare la memoria (della società e del luogo) e dall’incontro tra i partecipanti il conflitto legato al confronto con il diverso.

Al termine dello spettacolo ci si trasferisce alla Chiesa dell’Annunziata per il secondo appuntamento della serata (alle ore 22:00) con Pablo Andres Tapia Leyton, coreografo e danzatore di origine cilena, che propone Tipologia della resistenza. Riprendendo il lavoro già iniziato nel 2014, la coreografia nasce da una necessità personale, da un’incapacità tradotta in movimento e trasformata in discorso coreografico. Pensato con l’intento di indagare le diverse opinioni sulla resistenza umana, si avvia una costruzione coreografica autogestita, lasciando il performer come unico artefice dello spettacolo.

 

Per entrambe le performance ingresso a € 8 (intero) e € 6 (ridotto per gli allievi delle scuole di danza). Posti limitati, prenotazione consigliata. Solo per la serata del 24 settembre, sarà possibile effettuare le prenotazioni presso AMAT tel 071 2072439 e il Call center Spettacolo delle Marche tel. 071 2133600. Biglietteria presso i luoghi di spettacolo da un’ora prima dell’inizio (389 6657785).

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>