Differenziata e riuso, Ricci applaude il Nuovo Centro Marche Multiservizi

di 

28 settembre 2016

Il taglio del nastro al Nuovo Centro Marche Multiservizi

Il taglio del nastro al Nuovo Centro Marche Multiservizi

PESARO – «Sulla differenziata abbiamo raggiunto buoni livelli sulla quantità, adesso vogliamo crescere sulla qualità». Il nuovo centro di raccolta e del riuso di Marche Multiservizi, secondo Matteo Ricci, aiuterà: «E’ una struttura adeguata e funzionale, posizionata a livello logistico in un luogo strategico della città», commenta il sindaco, tagliando il nastro della struttura in via Toscana con il presidente Mms Massimo Galuzzi, l’ad Mauro Tiviroli e il sindaco di Tavullia Francesca Paolucci (in rappresentanza della Provincia). «L’operazione – osserva Ricci – restituisce vita a un capannone in disuso da anni, che produceva degrado. Le aree di via Toscana e di via Fermo sono quelle su cui dobbiamo concentrarci di più urbanisticamente, per riempire i contenitori vuoti senza consumare nuovo territorio».

 

INCASTRI – Sterili, per il sindaco, le polemiche: «E’ vero che in Italia nascono comitati per qualsiasi cosa, ma dove deve andare un’attività come questa se non in un’area industriale? Non ci sono disagi per i cittadini. Una buona parte della struttura è al coperto. Ed è anche un’azione migliorativa per questa parte di via Toscana: se non lo fai qui…». Correlazione immediata: «L’intervento ci consente, non da ultimo, di partire con il recupero di via dell’Acquedotto (sede del precedente centro Mms, ndr). Che da zona problematica diventerà area opportunità: ci porteremo famiglie, bambini, anziani. Sostituiremo il degrado attuale con la vita attraverso parco avventura, spazi per i ragazzi e la musica, area gestita per camperisti, luogo sportivo dedicato alle bocce, all’arrampicata e altre attività per adulti. Il progetto prevede, in aggiunta, luoghi ambientali e collegamenti ciclabili con il Miralfiore. Con il bando per le periferie contiamo di portare a casa risorse nazionali che avranno ricadute importanti sul territorio. La sfida è culturale: una città più vivace è più sicura».

 

Il Nuovo Centro Marche Multiservizi

Il Nuovo Centro Marche Multiservizi

INVESTIMENTO – Nella sede di via Toscana, Marche Multiservizi abbinerà raccolta e riuso alla didattica per i più giovani. «Controllate che i vostri genitori facciano bene la differenziata, altrimenti rimproverateli. Faremo passi avanti se voi diventerete protagonisti: il rifiuto non è della collettività, ce ne dobbiamo occupare in prima persona», ribadisce il sindaco agli alunni di Alighieri e Mascarucci, presenti all’inaugurazione. «In via dell’Acquedotto l’affluenza quotidiana era di circa 110 persone. In via Toscana (investimento da un milione di euro, ndr) il centro è più facile da raggiungere, contiamo di superare quei numeri. Con la struttura rafforziamo il concetto del riuso: per noi è un passaggio importante. Via dell’Acquedotto era un’area sacrificata, avevamo bisogno di più spazio. E con lo spostamento diamo un’opportunità in più alla città», chiude Tiviroli.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>