Lo chef in pizzeria conquista i palati: grande successo per Daniele Patti de Lo Scudiero ospite di Farina

di 

4 ottobre 2016

Chef Daniele Patti all'opera da Farina

Chef Daniele Patti all’opera da Farina

PESARO – L’amore per le cose buone, la passione per i prodotti del proprio territorio. E il piacere di servirle a tavola in forma di pizza… e altro. Non a caso, Paolo Severi ha creato la sua “pizzeria con cucina”, dove “non è importante la quantità di pizze in menù, ma la buona qualità degli ingredienti e l’origine certa delle materie prime, e ci sforziamo di farlo al prezzo che di solito si trova in pizzeria”.

Per quattro sere d’ottobre, però, in pizzeria, anzi da Farina, troviamo quattro noti chef che operano tra Pesaro e Rimini, in altrettanti ristoranti, indiscutibilmente fra i migliori di questo territorio. Un’idea indubbiamente curiosa che mi ha spinto a rispondere presente alla prima serata, quella di lunedì, in cui il protagonista è stato Daniele Patti, che ancora molto giovane, dopo gli studi alla scuola alberghiera pesarese, vanta già esperienze importanti, dallo stage da Gualtiero Marchesi alla cucina del Circolino del Molo, sul mare di Casteldimezzo, a quella di Mauro Uliassi, Tempio della cucina italiana, a Senigallia. Poi la decisione, che lui ritiene un sogno: riaprire Lo Scudiero, in Via Baldassini, locale che è nella storia, non solo della cucina, di Pesaro.

Per una sera, Daniele Patti ha lasciato ricciola, bufala, pomodoro cuore di bue, basilico e capperi di Pantelleria, ed è passato alla pizza, dove pure abbiamo trovato sapori che sono nel menù de Lo Scudiero.

Una premessa, prima di entrare nel dettaglio di una serata davvero molto piacevole, con grande partecipazione: seduti al tavolo, osservando il lavoro all’“aria aperta” di Patti, che ogni cliente poteva vedere all’opera, piegato sul tavolo, intento ad “accarezzare” ogni ingrediente, abbiamo salutato Carlo Betti, arrivato con Laura Bonaparte, i due chef da strada, inventori di un’attività che propone cibo di assoluto valore, il meglio del “mangiare da strada”. Dunque, se anche Laura e Carlo sono da Farina, si può essere certi che la serata s’annuncia gustosa.

Creazione dello chef

Creazione dello chef

La conferma arriva puntuale, già con la presentazione di Paolo Severi: “La serata propone due pizze: la prima è a base marinara con funghi porcini, cremoso di Parmigiano, insalata di gentilina rossa condita con una riduzione di mandarino cinese e tonno rosso. La seconda – vegetariana – ancora base marinara con i funghi finferli, che sarebbero i galletti, cremoso di Parmigiano, insalata di gentilina rossa condita con una riduzione di mandarino cinese, tartufo nero e scaglie di pecorino alle noci di Beltrami”.

Non solo le pizze: il menù prevede anche birra e dolce, per 20 euro spesi bene.

La birra – spiega ancora Paolo Severi – è prodotta dal birrificio pesarese che si chiama 61100… Stasera proponiamo una ”. Il primo birrificio artigianale pesarese ha sede in Via Pierini. La birra bevuta lunedì sera, una Picus stile Weiss, birra di frumento reinterpretata con prodotti del territorio (l’antico grano Gentil Rosso prodotto nelle terre di Urbino) mi è piaciuta molto.

Infine, il dolce… “Lo abbiamo realizzato noi – conclude Farina – ed è un bignè croccante con mousse di mascarpone, liquirizia, cardamomo, con sopra una salsa di mirtillo al rosmarino”. Da applausi.

Ci siamo divisi le due pizze, gustando ogni ingrediente, riconoscibilissimo, fino al tonno rosso allevato dagli spagnoli della Balfegò.

Un solo dubbio sulla proposta di Daniele Patti: al posto del cremoso di Parmigiano (in goccia), mi sarebbe piaciuto un cremoso di cipolle di Tropea, ma Daniele Patti, pure condividendo l’idea, ha spiegato non tutti apprezzano la cipolla.

Una serata davvero piacevole, da riassaporare con il pensiero, meditando su ognuno degli ingredienti, tutti da encomio.

Lunedì prossimo Mariano Guardianelli di Abocar Due Cucine, Rimini

Un appuntamento che merita di essere rivissuto, a incominciare dal prossimo, lunedì 10 ottobre, quando lo chef in pizzeria sarà Mariano Guardianelli, chef di Abocar Due Cucine, in Via Farini a Rimini, dove con Camilla Corbelli, erede di generazioni di ristoratori, propone rigorosa stagionalità dei prodotti.

A seguire, mercoledì 19, Paolo Bissaro, chef de La Canonica di Casteldimezzo e, lunedì 24, Stefano Bragina, de La Gioconda di Gabicce Monte.

Appuntamenti da segnare nel calendario con il famoso circoletto rosso. Grazie a Farina, Pizzeria con Cucina.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>