Partenza col botto per la Fiera Nazionale del Tartufo: a Pergola turisti da tutta Italia

di 

4 ottobre 2016

PERGOLA  – Un mare di visitatori, i complimenti da parte di tanti turisti, la presenza di numerosi sindaci al fianco dell’amministrazione comunale pergolese. Se il buongiorno si vede dal mattino, la 21esima edizione della Fiera Nazionale del Tartufo bianco pregiato di Pergola batterà ogni record di presenze, per imporsi come una delle principali kermesse d’Italia dedicate al diamante della terra. La partenza è stata col botto. La prima domenica ha fatto registrare il tutto esaurito. La città è stata invasa da un fiume impressionante di visitatori e turisti. Tantissimi anche i camperisti che hanno partecipato al raduno promosso dalla Pro Loco. Migliaia e migliaia le persone che hanno affollato gli oltre 2 km di mostra mercato di prodotti di altissima qualità, la Casa del tartufo e la Piazza del Gusto. Visitatori da tutta la regione Marche, ma anche dal Trentino Alto Adige, da Padova, Bologna, Roma, Rimini, Pescara e dall’estero: Lussemburgo, Germania e Olanda.

La comitiva di turisti proveniente dalla Val di Sole ha voluto conoscere il sindaco di Pergola Francesco Baldelli per complimentarsi per la ricchezza della manifestazione, la sua organizzazione e la cura della città. Emozionante, coinvolgente e di gran classe l’inaugurazione, con l’esibizione del prestigioso quintetto d’archi dell’Orchestra sinfonica Rossini, con cui l’Amministrazione ha instaurato da tempo una proficua collaborazione. Con Baldelli sindaci e amministratori provenienti da tutta la provincia ed anche dall’Umbria: Mondolfo, Piagge, Fossombrone, Sant’Ippolito, Sant’Angelo in Vado, Spoleto, Gubbio, Amelia.

Questo slideshow richiede JavaScript.

“Migliore partenza – sottolinea soddisfatto Baldelli – non potevamo davvero sperare. Per tutta la giornata un fiume impressionante di visitatori ha riempito la città, la mostra mercato, i ristoranti le attività commerciali. Piene anche le strutture ricettive e non solo di Pergola. Abbiamo creato una fiera che fa tanto bene all’economia e al turismo. Una kermesse di assoluta qualità apprezzata e conosciuta in tutta Italia, come dimostrano i numerosi complimenti che ho ricevuto da turisti provenienti da un po’ tutte le regioni e da tanti espositori che hanno lavorato proficuamente. Il binomio cultura e cucina, sul quale da sempre puntiamo, ancora una volta ha funzionato e ha regalato un’applauditissima esibizione del quintetto d’archi dell’orchestra Rossini; la cena di qualità riuscitissima. Molti i visitatori al museo dei Bronzi dorati. Ci ha fatto poi grande piacere la presenza di tanti sindaci. Negli ultimi decenni, mai come ora Pergola ha saputo unire e collaborare con tante amministrazioni, senza alcuna distinzione di partito né campanilismi, ma nell’esclusivo interesse dei nostri cittadini”.

E se con Sant’Angelo in Vado, con il sindaco Luzi presente domenica a Pergola, Baldelli sta lavorando a diversi progetti relativi proprio al tartufo, con Mondolfo c’è la volontà di rilanciare la valle del Cesano. “Per la prima volta – sottolinea il vicesindaco Carlo Diotallevi – anche Mondolfo insieme agli altri Comuni ha partecipato alla Fiera Nazione del Tartufo per rilanciare insieme la nostra bellissima valle del Cesano. Questo è solo il primo passo. Grazie all’amministrazione di Pergola. Noi ci siamo”.

Sold out per lo spettacolo di Massimo Ceccherini & i Vietato Fumare, accompagnati da Le Ninfe della Tammorra Tarantella, Tammurriata, Pizzica Taranta & World Music. Pienone, nel ristorante “Marche da mangiare”, curato dal patron del “Giardino” di San Lorenzo in Campo Massimo Biagiali, per la cena di qualità a base di tartufo pregiato di Pergola preparata dallo chef Vittorio Serritelli. E domenica 9 si raddoppia, con un’altra giornata ricchissima di appuntamenti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>