Donna-uomo: sesso per amore, amore per sesso. La rubrica della sessuologa di De.Sidera

di 

6 ottobre 2016

Sesso

Foto tratta dal web

Sabrina Dini*

Accettare il bisogno dell’uomo di fare sesso per aprirsi all’amore e della donna ricevere amore per aprirsi al sesso,

“Come la donna ha bisogno di amore per aprirsi al sesso, l’uomo ha bisogno di sesso per aprirsi all’amore”, è quanto sostenuto da John Gray nel libro Marte e Venere in camera da letto.

La differenza, sia nel mondo animale che in quello degli umani, è finalizzata all’evoluzione della specie e regolata dagli ormoni. Le femmine hanno ciclicamente l’ovulazione che le predispone all’eccitamento, al bisogno di essere fecondate e quindi si concedersi al maschio. Invece l’uomo può di eccitarsi e prepararsi alla fecondazione in qualsiasi momento, rapidamente e con qualunque femmina.

Sono dunque gli ormoni che dominano tra uomini e donne i meccanismi dell’attrazione reciproca, dell’innamoramento, dell’evoluzione della specie, ma anche quelli dell’amore e dell’affetto che rappresentano due fasi molto importanti per la stabilità della coppia.

Il sesso, fortunatamente, oggi è diventato anche un piacere, facendo perdere la cognizione dei meccanismi naturali che lo regolano, ma resta il fatto che comprendere e accettare che le origini del desiderio e la finalità di fare sesso sono rimaste uguali in quanto genetiche, di certo eviterebbe tante discussioni e litigi.

Ma i tempi son cambiati…

Un libro uscito di recente in Francia tenta di smontare in parte il cliché consolidato. Si intitola Les hommes, le sexe et l’amour (Les Arènes) e l’ha scritto Philippe Brenot, psichiatra, antropologo e sessuologo all’Università Paris-Descart, che nel volume rivela i dati dell’inchiesta da lui condotta su 2.153 uomini eterosessuali che vivono in coppia.

Poiché il libro, e l’inchiesta, nascono proprio per far parlare, ANCHE, gli uomini il cliché è stato presto smontato…

Uomo e donnaPer l’uomo d’oggi i preliminari sono fondamentali. Fiumi d’inchiostro versati per decenni sull’importanza, per le donne, dei giochi sessuali preparatori prima del coito hanno realmente cambiato i comportamenti. E il 56 per cento degli intervistati ammette di considerarli  un momento importante di eccitazione reciproca (“Sono un momento nostro”; “Non è che “servono”, fanno parte del gioco del desiderio e del piacere”). Qualcuno si spinge addirittura oltre, parlando di preliminari non strettamente sessuali ma psicologici, d’atmosfera (“I preliminari cominciano a cena, con uno sguardo, una carezza”). Altri, pochi per fortuna, scelgono la pessima metafora automobilistica (“Servono a far scaldare la macchina”). Il dato serio è che il 57 per cento teme di deludere sessualmente la partner. Da leggere, variamente, come segnale di una maggior libertà e consapevolezza femminile in campo sessuale, nonché come prova della famosa “ansia da prestazione” maschile, alimentata anche, dice Brenot, “dalla tirannia mediatica dell’orgasmo”. Pratica proprio per la donna, piuttosto che per sé.

Il 31 per cento degli intervistati, dichiara di non avere orgasmi a tutti i rapporti. Principale colpevole un eccesso di controllo dell’eiaculazione, in virtù dell’idea, ancora una volta, di performance sessuale, di sessualità ideale e idealizzata.

La bellezza femminile? Un bel 40 dichiara che la bellezza forse conta, ma poco o addirittura pochissimo a confronto dei sentimenti e della personalità.

L’ennesima prova – sottolinea Brenot – che uomini e donne non parlano della stessa cosa quando usano la parola “desiderio”.

Quindi i tempi sono cambiati e con loro anche gli uomini e le donne, mantenendo così la costante… sempre troppo diversi per potersi capire… fuori dal letto….

Unica costante? Il bisogno atavico della donna di ricevere amore per poi aprirsi al sesso, mentre quello dell’uomo è di fare sesso per aprirsi poi all’amore.

*Psicologa, psicoterapeuta, sessuologa

*de.Sidera, chi siamo:

L’associazione di psicologia e sessuologia “de.Sidera” vuole essere uno spazio culturale di discussione di tematiche psico-sessuologiche, un momento per riflettere sulla propria sessualità, per rendersi consapevoli che il piacere, in ogni ambito, è accessibile, basta volerlo.

L’associazione “de.Sidera” è formata da psicologhe e sessuologhe e si occupa inoltre di servizi alla persona attraverso consulenze all’individuo, alla famiglia e alla coppia e fornisce servizi di consulenze ai professionisti.

Siamo a Fermignano e potete seguirci su:
www.desidera.psico@wordpress.it

www.facebook.com/desiderando

oppure contattarci su
mail desidera.info@gmail.com
cellulare 348.6516339

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>