Frammenti radioattivi nel camion: superlavoro per i vigili del fuoco

di 

6 ottobre 2016

Vigili del fuoco notte

Vigili del fuoco al lavoro

BELLOCCHI – Paura alla Profilglass, azienda leader nella lavorazione dell’alluminio che ha sede a Bellocchi di Fano. Un camion di una ditta esterna, arrivato nella notte davanti ai capannoni di via Meda, ha fatto suonare i sensori radiometrici installati.

Intervenuti sul posto i vigili del fuoco, con tanto di nucleo apposito provinciale e regionale, che hanno rinvenuto all’interno del mezzo pesante, tra i rottami di ferro, piccoli frammenti di una sorgente radioattiva, di quelli che forse vengono utilizzati nei rilevatori di fumo.

Una cosa di poco conto, se è vero che i pompieri li hanno maneggiati con semplici guanti in lattice, ma comunque meritevole di attenzione. Il materiale potenzialmente pericoloso è stato messo in sicurezza e poi verrà smaltito da una ditta apposita, dopo che i vigili del fuoco hanno lavorato per ore – dalla notte di ieri fino a metà pomeriggio di oggi – con la massima cautela.

LE RASSICURAZIONI DEL SINDACO

“Il giorno 5 ottobre – si legge in una nota diramata dal Comune di Fano – gli speciali apparati di sorveglianza della ditta Profilglass spa, costantemente in funzione per monitorare l’ingresso in azienda di eventuali materiali radioattivi, hanno segnalato un’anomalia relativa ad un carico proveniente dalla Spagna nella zona di ingresso della fabbrica. Adempiendo alle misure di sicurezza previste dalla legge e dai protocolli aziendali la ditta Profilglass spa, verificata la reiterazione dell’anomalia al passaggio del carico, ha tempestivamente informato le autorità pubbliche competenti. Sono prontamente intervenute le forze di pubblica sicurezza con l’ausilio tecnico-professionale dei Vigili del Fuoco che hanno adottato, unitamente all’azienda, le misure urgenti di sicurezza necessarie, ivi inclusa la valutazione sul tempo di decadimento radioattivo. La competenza in materia è rimessa esclusivamente al Prefetto che dispone dei poteri più ampi ed opportuni, da valutare caso per caso, per la protezione delle persone e dell’ambiente, ivi compreso il rinvio dell’intero carico, ovvero del solo materiale contaminato, presso lo stato d’origine di concerto con il Ministero degli affari esteri, con oneri a carico del soggetto venditore. Nel rassicurare i lavoratori e la popolazione circa la modesta entità delle emissioni rilevate nel materiale in questione (n. 2 dischetti di metallo di circa 6 cm. di diametro) l’amministrazione comunale esprime soddisfazione per le procedure di sicurezza approntate e sul loro ottimale funzionamento; l’adempimento di tali misure da parte della ditta Profilglass spa ha scongiurato l’ingresso, nel ciclo produttivo, di materiali con un potenziale pericolo radioattivo. L’amministrazione comunale, per il tramite del Sindaco e dell’Assessore all’Ambiente, è costantemente in contatto con le autorità competenti per monitorare gli sviluppi della vicenda a garanzia della salute dei lavoratori, dei cittadini e dell’ambiente. Nel contempo si ringraziano tutte le autorità pubbliche per l’adempimento scrupoloso e sollecito dei loro doveri d’ufficio e si esprime piena soddisfazione per le procedure di sicurezza in funzione presso la ditta Profilglass spa”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>