Italservice nel proprio fortino contro il Castello: esordio domani al palaFiera

di 

7 ottobre 2016

PESARO – E’ tutto pronto per l’esordio casalingo del PesaroFano: l’Italservice ha testato per la prima volta il parquet del PalaCampanara dove sabato (8 ottobre) alle 15 riceverà il Castello, neo-promossa in serie A2. Mister Cafù è tranquillo e concentrato: “Il debutto l’abbiamo già vissuto a Milano, quindi direi che l’emozione è sotto controllo. Ma riconosco che la prima volta davanti al proprio pubblico, nel palazzetto dove ti allenerai e giocherai per l’intera stagione, ha un peso diverso. Vedo i ragazzi sereni e confido che faremo una buona prestazione”.

Un match agli antipodi col precedente: a Milano sfidavate la vostra rivale per la promozione, sabato ospitate una matricola. Come si fa a trasmettere i giusti stimoli?
“Un mio grande amico che disputa la Champions League mi ripete sempre che essere lì è già una motivazione e ai giocatori non c’è bisogno di dire nulla, il problema sono i match più agevoli sulla carta, che a volte ti possono tradire. Non conosco bene i nostri avversari ma le partite facili non esistono, è la mentalità che fa la differenza. E io voglio sempre una mentalità da finale”.

Recuperate Burato dopo la squalifica: cosa cambia sotto il profilo tattico?
“Molto, perché possiamo spalmare il minutaggio e poi lui ha tanta esperienza e quindi trasmette tranquillità nei momenti difficili che capitano durante una gara. Io però – sottolinea il mister – do a tutti i giocatori la stessa importanza e voglio che ognuno di loro sia consapevole delle proprie responsabilità e del proprio ruolo”.

Che cosa direbbe alla gente per invitarla a venire al palaFiera di Campanara?
“Che mi aspetto il loro sostegno e il loro affetto, ma soprattutto li invito perché si divertiranno a guardare questa squadra. La partita con il Castello sia l’aperitivo per il piatto forte che, speriamo, arriverà a fine stagione”.

Intanto, a proposito di pasti, giovedì sera squadra e staff sono stati ospiti a cena della pizzeria ‘Doma’ di Fano, a testimonianza che la società vuole coinvolgere le due città a tifare Italservice.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>