Da Venezia a Cannes: per un’impresa pesarese lavori da 12 milioni

di 

10 ottobre 2016

Un cantiere edile

Un cantiere edile

PESARO – Da Venezia a Cannes, e poi ancora Milano e Chamonix: la Costruzioni Montagna mette a segno 5 nuove acquisizioni, per un valore complessivo di 12 milioni di euro. In un momento in cui l’edilizia continua a essere il settore più afflitto dalla crisi, la storica azienda pesarese, alla quarta generazione, si accinge a chiudere “l’anno del rilancio”, nel corso del quale ha realizzato diversi interventi, gli ultimi dei quali in ordine di tempo per conto di Alitalia-Etihad “Casa Italia”, la Vip Lounge nell’Aeroporto Milanese di Malpensa, e di Moleskine, per la quale continuerà a realizzare Caffè brandizzati, in tutta Italia.

Due dei cantieri che saranno inaugurati nei prossimi giorni sono per conto di Snam Rete Gas. “Abbiamo battuto una concorrenza molto qualificata – spiega oggi il presidente dell’azienda di costruzioni, Marco Montagna – e questo ci riempie di soddisfazione, perché è il riconoscimento al duro lavoro di rafforzamento degli uffici tecnico, di progettazione e commerciale, tutti solidamente stanziati a Milano, che da vent’anni è la nostra base operativa”.

Per conto della società leader in Italia del trasporto del gas, Montagna Costruzioni si occuperà dell’esecuzione di alcune opere edili presso la sede milanese e di importanti lavori di manutenzione presso lo stabilimento ligure di Porto Venere.

A Venezia, sono appena iniziati i lavori per trasformare un edificio da uso direzionale in un prestigioso albergo della catena NH-Hotel (lavori per circa 6 miloni), mentre nelle prossime settimane aprirà un cantiere anche a Milano, dove verrà completamente ristrutturato un immobile in via Settala (con un intervento da 3 milioni).

Il rilancio della società “è frutto di un preciso studio dei progetti e delle metodologie di costruzione, in modo da poter operare su misura per ogni cantiere – spiega Montagna – e di un contemporaneo potenziamento della nostra presenza sui mercati esteri”. Se la crisi dei rapporti tra Ue e Russia “ha praticamente bloccato ogni nostra iniziativa di espansione in quel Paese e anche in Ucraina, la Francia resta un mercato di riferimento molto solido, che negli ultimi due anni, ha portato contratti per circa 6 milioni di euro”. Solo nelle ultime settimane, l’azienda si è aggiudicata la costruzione di 4 chalet a Combloux, una delle stazioni invernali più importanti dell’Alta Savoia, e i lavori di costruzione di un prestigiosa villa a Cannes.

Il 2017 sarà l’anno di un ulteriore ampliamento delle attività all’estero: “Guardiamo con attenzione al mercato inglese – anticipa il presidente -, che nonostante la Brexit è maturo, solido e offre buone occasioni per un’azienda come la nostra, che ha conservato l’orientamento all’alta qualità. La novità potrebbe essere la Repubblica Ceca, dove si prevedono investimenti pubblici e privati significativi”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>