Quattro pizze per quattro chef: Mariano Guardianelli esalta l’idea di Farina con due vegetariane da urlo

di 

12 ottobre 2016

PESARO – Bene, brava, bis… Farina Pizzeria in Cucina lo ha concesso con la sua iniziativa Quattro pizze per quattro chef.

 Mariano Guardianelli all'opera lunedì sera da Farina


Mariano Guardianelli all’opera lunedì sera da Farina

Vi abbiamo raccontato della prima serata, del successo ottenuto da Daniele Patti, de Lo Scudiero di Pesaro. Siamo stati testimoni della seconda serata, delle pizze “allestite”, sulla base preparata dalle sapienti mani dei pizzaioli di Farina, da Mariano Guardianelli, chef di Abocar Due Cucine, bel ristorante di Rimini. Mariano è argentino di evidenti origini italiane e al suo locale – condotto con Camilla Corbelli, dinastia di ristoratori romagnoli, ha dato nome Abocar, che in spagnolo significa avvicinare, accostare. I suoi “accostamenti” alla pizza di Farina sono stati semplicemente strepitosi. Da amante della cucina vegetariana, sono rimasto colpito. La prima pizza, su base bianca: burrata pugliese, spinaci freschi, pesto di spinaci e nocciole igp Piemonte, granella di nocciole e spuma di burrata. La seconda pizza: base margherita con mozzarella di latte di bufala marchigiana, porri sott’olio, crema di peperoni al forno, pasta di Achiote (colorante naturale che si ricava da una pianta originale del Sud America).

Sapori che mi hanno regalato il piacere di mangiare che, unito ai sorsi di birra Vintora del birrificio contadino Oltremondo (Via Borghetto 9, località San Liberio, Montemaggiore al Metauro), uno stile blanche al farro, ha accompagnato il lunedì sera da Farina. Osservando fuori, la pioggia che cadeva, seduto nel noto locale di Via Leonardo da Vinci, ho mangiato lentamente, quasi a volere gustare, boccone dopo boccone, questa bellissima sorpresa fatta da Mariano Guardianelli. E alla fine, un dolce semplicemente buonissimo, un cheese cake interpretato magistralmente dalla cucina di Farina. Avrei dovuto chiedere il bis… Tutto questo per 20 euro. Magnifico.

img_6347-2E magnifica anche l’atmosfera, con la conferma che l’iniziativa – oltre ad attrarre gli innamorati della pizza – ha promosso il piacere degli chef di diversi ristoranti di ritrovarsi a tavola nello stesso locale. Così, ho rivisto Laura Bonaparte e Carlo Betti, chef del Furgoncino, maestri del cibo di strada, reduci dall’ennesimo successo, a Reggio Emilia, dove sono stati salutati dai tanti fans… A proposito: lo sapevate che Laura e Carlo hanno un Fans Club sulla Via Emilia?

E ho visto entrare Daniele Patti, e ho saputo che dalla vicina Rimini erano arrivati altri appassionati buongustai, protagonisti in cucina. E in sala aveva preso posto Paolo Bissaro, chef de La Canonica di Casteldimezzo, che sarà il protagonista della terza serata, mercoledì 19 ottobre.

Che altro dire, se non rinnovare i complimenti a Paolo Severi per la splendida iniziativa.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>