Unione dei Comuni a otto, Todaro (Cisl): “Finora troppe resistenze”

di 

12 ottobre 2016

Francesco Todaro*

PESARO – “Ho letto con attenzione lo sviluppo recente della costituenda Unione ad otto che ad onor del vero lamenta evidenti problemi di nascita, legate sicuramente alle difficoltà a far partire una macchina complessa mettendo d’accordo troppe teste, non tutte allo stesso modo motivate, non tutte convinte del progetto, non tutte orientate a quello sbocco inevitabile che porterà comunque, prima o dopo, alla fine delle frammentazioni territoriali, con indubbio risparmio e miglioramento dei servizi ed altri vantaggi soprattutto per chi ci ha creduto in tempo.

Francesco Todaro

Francesco Todaro

Detto ciò e ribadendo da sempre la nostra piena approvazione ad ogni forma di associazionismo serio che porti, attraverso la razionalizzazione delle risorse, al loro migliore utilizzo in forma sinergica, ai risparmi ottenibili e, perché no, alla possibilità di sfruttare a pieno gli incentivi oggi legati a questi processi, non si può ancora una volta non evidenziare che occorre fare chiarezza. Non bastano le delibere di Giunta, serve crederci in fondo, in pieno, senza ma e senza sè. Di contro, invece, sembra di notare resistenze o dubbi, anche legittimi per carità, che bene però non fanno e necessitano di essere superate al più presto. Credo che l’opportunità è grande, ma lo era altrettanto l’unione a quattro, non pienamente partita forse anche e sempre per un obiettivo di allargamento delle partecipazioni ed a progetti più alti. Se nasce ad otto va tutto bene, la data è indicata ancora una volta e sarebbe l’ennesima prevista per una partenza definitiva di un nuovo grande soggetto. Ma credo anche che debba essere messa fine a questa ridda di voci e controvoci e non perdere tempo ulteriore, cioè partire comunque subito, pienamente ed in tutti i casi e nella forma ottimale possibile per realizzare gli obiettivi prefissati e rispondere ancora meglio alle esigenze delle cittadinanze comunque ed in tutti i casi con chi ci sta. L’ultimo dei problemi è il nome”.

*Segretario regionale Cisl Fp Marche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>