Altra trasferta e, si spera, diversa fortuna: la Consultinvest a Desio contro Cantù

di 

14 ottobre 2016

PESARO – Seconda trasferta consecutiva per la Consultinvest, che domenica sarà ospite della Red October Cantù, per un match che si disputerà a Desio – per i lavori di ampliamento del Pianella – nell’insolito orario di mezzogiorno, insolito fino ad un certo punto, dato che Sky sembra intenzionata a confermarlo per tutta la stagione. Non sarà un match semplice, soprattutto per il delicato momento che stanno vivendo i brianzoli, ancora fermi a quota zero punti e reduci dal ventello rimediato a Brescia, contro una formazione che non era apparsa irresistibile contro la Vuelle. Ma a Cantù non sono rimasti con le mani in mano e proprio contro Pesaro, debutterà il nuovo americano Dominic Walters, arrivato a gettone al posto dell’infortunato Zabian Dowdell, mentre non sono stati tesserati Valerio Spinelli e Alex Acker, aggregati per gli allenamenti, ma non ritenuti ancora pronti per scendere in campo. Allenamenti che a Cantù si sono svolti a porte chiuse in questi giorni, nella ricerca di compattare un gruppo che ha mostrato qualche problemino ancora da risolvere.

Vuelle Consultinvest

Consultinvest contro Brescia (Foto Filippo Baioni)

Ma al di là del valore dell’avversario, la Vuelle dovrà continuare quel percorso di crescita iniziato contro Brescia e proseguito a Torino, dove tralasciando il risultato negativo, si è vista una Consultinvest in palla. Capace di giocarsela ad armi pari, con una Fiat costruita per accedere ai playoff. Anche se siamo ancora lontani dalla squadra ideale. Quella che coach Bucchi ha in mente fin dai primi allenamenti, una Vuelle in grado di difendere duro e di partire in contropiede, di cambiare le pedine sul parquet senza perderne d’efficacia, di selezionare al meglio le conclusioni e di servire i lunghi coi tempi giusti, una Vuelle insomma, capace di giocarsela alla pari con almeno dieci-undici squadre, utopistico? Crediamo di no, perché il talento individuale continua ad essere di buon livello e i margini di miglioramento sono notevoli, a patto che si riescano a limare i difetti di una squadra ancora acerba, ma dal potenziale considerevole.

Da queste due trasferte consecutive, ci auguravamo si potesse ritornare con due punti in più in classifica, a Torino ci siamo andati vicini, a Cantù l’impresa è difficile, ma non impossibile e Pesaro dovrà essere brava a sfruttare il momento favorevole, senza sprecare un’eventuale vantaggio faticosamente racimolato, mettendo in crisi – soprattutto psicologica – un’avversaria già costretta a vincere, per non incorrere nell’ira di patron Gerasimenko.

Vi ricordiamo che la partita sarà trasmessa in diretta da Sky e non da Rtv San Marino.

 

LA PARTITA DELLA SETTIMANA:

 

RED OCTOBER CANTU (0 PUNTI) – CONSULTINVEST PESARO (2 PUNTI)

Domenica 16 ottobre – ore 12.00 – PalaDesio di Desio

Diretta televisiva su Sky Sport 1 – canale 201 della piattaforma satellitare

 

L’AVVERSARIA DELLA SETTIMANA

L’infortunio di Dowdwell ha costretto coach Kurtinaitis a trovare soluzioni alternative in cabina di regia, con l’ultimo arrivato Dominic Walters che proverà da subito a prendere in mano il bastone di comando di una Red October dal buon potenziale, ma con qualche problema a trasferirlo sul parquet. Il lituano Kariniauskas è stato promosso play titolare – in assenza di Dowdwell – compito svolto con discreta efficacia, coadiuvato da Salvatore Parrillo, 25enne dal buon tiro in grado di dare una bella mano anche in difesa. Il croato Pilepic e l’americano Darden sono le due bocche da fuoco canturine, con le loro triple e la capacità di finalizzare il contropiede, aiutati nel compito di produrre punti dall’ala Romeo Travis, americano di passaporto macedone. Ma è sotto canestro che Cantù può veramente mettere in difficoltà gli avversari, grazie ad una coppia di lunghi dal grande talento e con una vasta esperienza del nostro campionato: JuJuan Johnson è sempre stato una bestia nera per Pesaro, con la sua capacità di tirare da fuori e di giocare spalle a canestro con la stessa efficacia, mentre Gani Lawal è un pivot d’Eurolega e dopo le esperienze con Milano e il Panatinaikos, ha scelto Cantù per provare a rientrare nel giro che conta, in un pacchetto lunghi completato dal naturalizzato Craig Callahan.

IL DUELLO CHIAVE

Landry Nnoko vs Gani Lawal: Sfida tutta africana, tra il camerunense di Pesaro e il nigeriano canturino, che dal punto di vista fisico potrebbe anche finire in parità, ma che a livello d’esperienza, fa pendere la bilancia dalla parte di Lawal, 28enne passato anche in Nba, con tante partite d’Eurolega sulle spalle. Nnoko dovrà essere bravo a limitarsi nei falli, mettendolo in difficoltà in fase di rimbalzo, cercando a sua volta di caricare di penalità l’avversario.

IL MOMENTO DELLA SQUADRA

Vuelle Consultinvest

Foto Baioni

Finora, la lieta notizia per i tifosi pesaresi è stato il buonissimo rendimento della coppia Nnoko-Jones, ovvero quello che avrebbe dovuto essere il punto debole della Vuelle durante la sua costruzione, quando sembrava una squadra a trazione anteriore, con gli esterni a trascinare il gruppo e i lunghi relegati ad un ruolo minore. Invece le statistiche, se pur molto parziali, dicono che Jarrod e Landry sono in vetta alla classifica dei rimbalzi e il loro contributo sta andando al di là delle più rosee previsioni. Ma ad aspettarli domenica, ci sarà una coppia di lunghi di grande esperienza, composta da quel JuJuan Johnson, che ha sempre disputato grandissime partite contro Pesaro e da Gani Lawal, che fino a maggio scorso, lottava dentro le aree colorate dell’Eurolega. Sarà un banco di prova molto impegnativo, soprattutto per Nnoko, che per la prima volta contro Torino, è stato fermato dai falli prematuri e al suo rientro sul parquet, ha perso un pizzico di sicurezza a livello difensivo, concedendo troppo spazio alle penetrazioni avversarie per paura di commettere il suo quarto fallo. Ma anche Jones dovrà fare attenzione a non concedere troppo spazio a Johnson, giocatore capace di portarti fuori fino alla linea dei tre punti o di farti male dai quattro metri.

Discorso a parte lo merita la coppia lituana biancorossa, secondo noi il vero ago della bilancia della stagione, perché dal loro rendimento passeranno molte delle ambizioni della Vuelle di ben figurare. Finora sono mancati nel loro punto di forza, ovvero il tiro da tre, che si prendono sempre piedi per terra, dopo una buona circolazione di palla, conclusioni ad alte percentuali, soprattutto per tiratori del loro calibro, ma che finora hanno trovato raramente il fondo della retina. Diciamo che quando saranno in grado di segnare cinque triple complessive in un match, la vita per coach Bucchi sarà meno complicata e non ci sembra un’impresa impossibile, vista la qualità tecnica dei giocatori e il modo in cui si prendono le conclusioni, perché al di là di tutti i tatticismi, il basket rimane uno sport in cui si deve fare canestro e col 25% da tre, non si va troppo lontano.

LA TERZA GIORNATA IN PILLOLE

Con l’avvio delle coppe europee, prepariamoci a giornate divise in tre tronconi, tra gli anticipi del sabato per le squadre impegnate in Champions League e i consueti posticipi del lunedì targati Sky, con l’appuntamento domenicale canonico delle 18.15 che rischia di diventare l’eccezione. Si comincia sabato sera, con le sfide tra Avellino – Pistoia e Sassari – Brescia, mentre alle 18.15 di domenica, Brindisi valuterà le ambizioni di Reggio Emilia e Cremona ospiterà Caserta. In serata, scenderanno in campo le due capolista, con Venezia – ore 19.00 – che darà vita ad una bella sfida contro Trento, mentre Milano – ore 20.30 – diretta Raisport – è attesa dal derby contro Varese, in una terza giornata che si chiuderà lunedì sera con il match tra una Capo d’Orlando in leggera difficoltà e una Fiat Torino che vuole scalare la classifica.

I PROSSIMI TURNI DELLA CONSULTINVEST

Domenica 23 ottobre – ore 18.15: Consultinvest Pesaro – Sidigas Avellino

Domenica 30 ottobre – ore 18,15: Banco di Sardegna Sassari – Consultinvest Pesaro

Domenica 6 novembre – ore 18.15: Consultinvest Pesaro – Umana Venezia

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>