Caldaie e impianti di riscaldamento, Cna: “regnano confusione e demagogia”

di 

14 ottobre 2016

PESARO – Il tema delle caldaie e degli impianti di riscaldamento è più che mai d’attualità. E come tutti gli anni sul tema manutenzioni prevale la confusione e, a volte, la demagogia. Partendo dal presupposto che una buona e corretta manutenzione del proprio impianto è indispensabile non solo per la propria e altrui sicurezza ma anche in termini di risparmio energetico, è utile informare correttamente i cittadini su cosa occorre fare per la propria caldaia.

Fausto Baldarelli

Fausto Baldarelli

Anche per questo le imprese di manutenzione e installazione impianti hanno incontrato nei giorni scorsi i tecnici di Megas Net e prossimamente quelli di Aset Holding. “L’obiettivo – dice il responsabile provinciale della CNA, Fausto Baldarelli – è quello di dare le informazioni tecniche utili alla categoria e uniformità negli interventi”.

“Intanto bisogna capire la distinzione tra manutenzione ordinaria e controllo efficienza: “E’ importante – dichiara il responsabile Cna Impianti  – che gli utenti capiscano la differenza fra manutenzione ordinaria per la sicurezza e controllo dell’efficienza energetica della caldaia. Nel primo caso si tratta di controlli per prevenire possibili fughe di gas o incendi e sono l’installatore o il costruttore della caldaia a decidere la frequenza dei controlli. Nel secondo caso si tratta di verificare se la caldaia funziona correttamene, con il minor utilizzo possibile di energia. Per questa finalità la legge prevede controlli periodici che si vanno ad aggiungere alle verifiche di manutenzione ordinaria fissate dalle norme stabilite dal libretto d’impianto”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>