Fondi della Regione per i Bronzi dorati. Minardi: “Ecco la verità dei fatti”

di 

14 ottobre 2016

Renato Claudio Minardi*

ANCONA – Il primo compito di un amministratore eletto dal popolo credo sia impegnarsi per il territorio che rappresenta e far conoscere questo suo impegno non tanto per prendersi dei meriti ma piuttosto per informare la propria comunità, gli obiettivi raggiunti per il bene di tutti.

Questo incipit è per me doveroso perché considero quanto comunicato alla stampa locale dall’Assessore al Bilancio del Comune di Pergola, in merito al finanziamento della Regione Marche per il museo dei Bronzi Dorati, è forviante e non corrisponde alla realtà dei fatti.

Al buon assessore di Pergola che ha dichiarato, in data 23 giugno 2016 che “questi soldi sono solo fantasie” e che erano “solo promesse fatte dalla Regione”, ricordo che:

Renato Claudio Minardi

Renato Claudio Minardi

in data 21 aprile 2016 l’Associazione Pergola Unita ha scritto al Presidente della Regione Marche ricordando il 70° anniversario dei Bronzi dorati e richiedendo di valorizzare l’evento;

in data 14 giugno il sottoscritto ha presentato un’interrogazione in Consiglio regionale per portare all’attenzione dell’Assemblea legislativa la ricorrenza e chiedere di valorizzare il gruppo bronzeo;

in data 21 giugno l’Assessore regionale alla Cultura, Moreno Pieroni, rispondendo alla mia interrogazione, ha preso l’impegno di far destinare 100 mila Euro, provenienti dai Fondi comunitari POR – FESR 2014 – 2020, a interventi di recupero, rifunzionalizzazione e gestione del museo dei Bronzi.

Solo a seguito di questi interventi il Comune di Pergola ha presentato una scheda tecnica del progetto che è stato poi approvato dalla Giunta regionale.

A questo punto credo sia doveroso ringraziare il Presidente e la Giunta regionali per aver deciso di valorizzare questo centro museale che arricchisce con Pergola l’intero territorio, sia dal punto di vista culturale che turistico. Chi confonde, come l’Assessore di Pergola, la volontà di far bene il proprio lavoro con la ricerca di visibilità fa solo politica sterile e inutile che non porta mai risultati.

Le date degli atti ufficiali sono in qualunque momento verificabili.

Queste persone dovrebbero prima di tutto tenere a mente quanto affermano e quando lo fanno e soprattutto misurare di più le parole e non prendersela se chi ha lavorato anche per loro è riuscito, prima di loro, a trovare un beneficio per la comunità. A queste persone mi sento di dire: io ho fatto il mio lavoro, voi pensate a fare bene il vostro, ovviamente se siete in grado di farlo.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>