“Lo stomaco si chiude, inizia il campionato. Ma che bella cerimonia religiosa prima del via”

di 

15 ottobre 2016

Mauro Procaccini*

Siamo nella settimana che conduce al debutto in campionato e lo stomaco comincia stringersi sempre di più. Accade sempre all’avvio di stagione, in Italia come in Cina. Però è stata una settimana segnata da un evento importante: ho avuto la possibilità di trascorrere quattro giorni con la mia famiglia; mancava solo Elisa, la mia figlia più grande.

La settimana è iniziata in maniera canonica: la presentazione della squadra alle autorità cittadine e alla stampa. Ho ascoltato tanti discorsi, sicuramente belli, ma l’unica cosa che ho capito, ogni tanto, è stato Italy e Molo… Molo sarebbe Mauro, il mio nome pronunciato dai cinesi… Ah ah ah.

La presentazione ufficiale della squadra e dello staff

La presentazione ufficiale della squadra e dello staff

Giovedì siamo partiti molto presto, alle ore 6. Niente trasferta, nessuna partita… Siamo andati a Wutan, circa tre ore da Taiyuan, la nostra città. Dirigenti, staff tecnico e squadra, tutti insieme, abbiamo raggiunto bellissimi tempi per pregare Buddha. Abbiamo assistito a una cerimonia in cui i monaci hanno pronunciato tutti i nomi delle giocatrici invocando la protezione di Buddha per ognuna delle nostre atlete.

Il tempo buddista che ha ospitato Mauro, il suo staff, le giocatrici e i dirigenti

Il tempo buddista che ha ospitato Mauro, il suo staff, le giocatrici e i dirigenti

Decisamente una giornata particolare che ho vissuti con curiosità e massimo rispetto per la religione delle mie giocatrici, della gente che mi ospita. E ho pensato che se non avessi vissuto l’esperienza che sto vivendo, mai avrei avuto l’opportunità di assistere a questa cerimonia, di vedere questo magnifici luoghi.

In verità, ho pensato anche a una simile eventualità per una squadra italiana, di tutti gli sport, che rinuncia a un giorno d’allenamenti per andare a Roma e pregare a San Pietro.

Scrivo queste note mentre siamo in aereo, diretti a Xinjiang, dove domenica faremo l’esordio in campionato. Seguiranno impegni senza soste, fino al 15 gennaio, quando finirà la stagione regolare. 34 partite, una ogni 2 – 3 giorni, senza soste… Sperem ben.

* Mauro Procaccini, pesarese, è allenatore di basket attualmente impegnato con le Shanxi Flames di Taiyuan.

Tags: , , , , ,

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>