Moto 3, a Motegi spettacolare vittoria di Bastianini. Giannantonio ottimo quinto

di 

16 ottobre 2016

Enea Bastianini sul gradino più alto del podio

Enea Bastianini sul gradino più alto del podio

MOTEGI (Giappone) – Enea Bastianini ha conquistato una fantastica vittoria nel Gran Premio del Giappone disputato oggi a Motegi: un successo già sfiorato nelle ultime gare e fortemente voluto dal diciottenne pilota riminese e da tutto il team.

Bastianini è stato protagonista di una grandissima gara: partito bene dalla prima fila Enea ha dapprima ingaggiato una bella lotta con Andrea Migno per la seconda posizione alle spalle di Brad Binder, dopodiché è riuscito a distanziare gli inseguitori e a mettersi all’inseguimento del Sudafricano campione del mondo, che nel frattempo era riuscito a prendere un po’ di margine. Negli ultimi 6 giri Enea è riuscito a ricucire il gap su Binder, sferrando infine l’attacco decisivo all’ultimo giro, alla staccata della curva 11. Un sorpasso deciso che gli ha permesso di imboccare il rettilineo di arrivo in testa e tagliare il traguardo in prima posizione in un’emozionante volata che lo ha visto prevalere per soli 17 millesimi di secondo.

La grande giornata del Gresini Racing Team Moto3 è stata completata da un’altra bellissima rimonta di Fabio Di Giannantonio: il diciottenne esordiente romano, alla sua prima esperienza sul tracciato di Motegi, ha infatti corso una gara eccellente. Scattato dalla sesta fila dello schieramento, il “Diggia” è infatti risalito in soli sei giri in settima posizione, all’inseguimento del gruppo di testa composto da sei piloti. Nel finale della gara il sorpasso su Francesco Bagnaia e la successiva squalifica di Hiroki Ono, terzo al traguardo, gli hanno consegnato la quinta posizione. Un piazzamento importantissimo che ora lo porta a quota 122 punti in classifica generale e lo tiene in piena lotta per il titolo di “Rookie of the Year”.

ENEA BASTIANINI (1°)

“È stata una gara tostissima, Binder ha sempre spinto fortissimo e all’inizio anche Migno e Bagnaia riuscivano a fare un bel ritmo. Passata metà gara Binder ha nuovamente cambiato passo, spingendo ancora più forte e prendendo un po’ di margine, così a quel punto ho provato ad inseguirlo. Ci sono riuscito, anche se colmare il gap non è stato affatto facile: i nostri tempi infatti erano molto simili, ma negli ultimi 6 giri ho dato veramente tutto quello che potevo e proprio all’ultimo giro sono riuscito ad agganciarlo. È stata una bella emozione raggiungerlo e poi superarlo in staccata, alla curva 11. Sapevo che in rettilineo Brad sarebbe stato molto veloce, ma nei giri precedenti avevo anche visto che usciva un po’ largo dalla curva che vi immette, così ne ho approfittato, prendendogli la scia e attaccandolo poi in staccata. Ce l’ho fatta, anche se non è stato facile! Sono molto felice: i podi sono sempre belli, ma la vittoria è tutta un’altra cosa!”.
FABIO DI GIANNANTONIO (5°)
“Un’altra bella rimonta e un’altra gara terminata nella top ten, quindi sono molto contento! Peccato soltanto essere partiti ancora una volta molto indietro, perché anche oggi ho dovuto spingere tantissimo per recuperare… Diciamo che la rimonta è andata bene a metà, perché a un certo punto ho accusato un po’ la stanchezza e ho dovuto rallentare un po': forzavo molto in frenata, dove mi sentivo a mio agio, ma ciò è stato stancante perché per mantenere la moto stabile dovevo spingere molto sulle pedane. In seguito però il riferimento di Oettl davanti a me mi ha aiutato a mantenere un buon ritmo. Sono contento di questo piazzamento, sono altri punti importanti per la classifica e con tre gare ancora da correre siamo in piena lotta per il titolo di Rookie of the Year!”.
FAUSTO GRESINI
“E’ stata una gara molto dura: sapevamo di avere il passo per vincere, ma non è stato affatto facile! C’è stato un momento in cui la bagarre con Migno ha avvantaggiato Binder e a quel punto ho pensato che anche questa volta non saremmo riusciti a strappare la vittoria. Enea invece ci ha creduto, ha recuperato con determinazione e ha ripreso Binder, superandolo all’ultimo giro. Ha vinto una gara bellissima e sono contento per lui e per la squadra, che ha lavorato molto bene. Di Giannantonio è stato molto bravo: anche lui aveva il passo per stare con i primi, ma partendo indietro alla fine non è riuscito a colmare il gap. Se fosse partito da una posizione migliore in griglia probabilmente se la sarebbe giocata anche lui, ma va comunque benissimo così. Siamo molto contenti e consapevoli di avere un altro grande pilota in squadra. Sono felice per tutto il team e per i nostri partner, questa vittoria la dedico a loro e in particolare al presidente di Del Conca Enzo Mularoni”.

Tags: , , , , , , ,

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>