Mondo bancario in lutto, si è spento Giandomenico Di Sante

di 

18 ottobre 2016

Giandomenico Di Sante (foto tratta dal ilcentro.geolocal.it)

Giandomenico Di Sante (foto tratta dal ilcentro.geolocal.it)

TERAMO – Se n’è andato Giandomenico Di Sante, Abruzzo e Marche in lutto. Già presidente di Banca dell’Adriatico e della Confcommercio di Teramo, oltre che presidente della Camera di Commercio, è morto all’età di 80 anni dopo aver lottato contro un male incurabile.

Persona dai modi gentili e garbati, aveva cominciato a lavorare a 14 anni come garzone di bottega nella falegnameria e piccolo negozio del padre Attilio, come ricorda il sito web del Centro. Nel 1959 è titolare di una fabbrica di mobili, un distributore di carburante e un bar-ristorantino. Una parentesi in politica – fu consigliere comunale e provinciale per la Dc – Nel 1974 diventa amministratore della Banca popolare di Teramo e nel ’77 presidente della Banca popolare di Teramo e Pescara chiamata poi di Città Sant’Angelo. Da lì comincia il cammino verso la Banca dell’Adriatico.

LO PIANGE LUCA SEVERINI, DIRETTORE REGIONALE INTESA SANPAOLO

“Anche a nome di Intesa Sanpaolo desidero esprimere il più profondo cordoglio per la scomparsa di Giandomenico Di Sante, protagonista virtuoso della vita economica abruzzese e marchigiana – dichiara Luca Severini, direttore regionale di Intesa Sanpaolo – Vorrei ricordare il continuo e proficuo impegno profuso in tanti anni dal cavalier Di Sante per il sostegno e la crescita dell’economia del territorio”.

“E’ stato fin dalla fondazione presidente di Banca dell’Adriatico, di cui ha guidato la nascita e la costante crescita fino al maggio scorso, quando la banca è confluita in Intesa Sanpaolo – ricorda Severini _ In questo importante ruolo si è sempre impegnato per rinsaldare il capillare rapporto fra la banca e la realtà economica e sociale del vasto territorio dove Banca dell’Adriatico-Intesa Sanpaolo opera, dando in tal modo un importantissimo contributo allo sviluppo imprenditoriale dell’Abruzzo, delle Marche e del Molise”.

“Nel ricordare l’inesauribile ricchezza umana ed imprenditoriale del cavalier Di Sante – conclude Severini – Intesa Sanpaolo tutta si stringe al dolore della famiglia e di tutti quelli che oggi ne piangono la scomparsa”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>