Ospedale unico, Arrigoni (FdI-An) parla di “finta retromarcia del sindaco”

di 

20 ottobre 2016

Fabio Arrigoni, esponente di Fratelli d'Italia

Fabio Arrigoni, Fratelli d’Italia

PESARO – “In attesa del prossimo discorso alla pescheria o al teatro Rossini davanti alla platea dei propri sostenitori iscritti rigorosamente al Pd, dove ancora una volta verrà spiegato che Pesaro è il paradiso in terra e non c’è alcun genere di problema, non si può più fingere di non vedere e di non sentire quello che sta accadendo nella nostra città”. Lo scrive Fabio Arrigoni di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale, aggiungendo che “uno dei temi particolarmente caldi degli ultimi giorni e che torna tristemente di attualità ancora una volta, è la querelle legata all’ospedale unico”.

“Ancora una volta – il pensiero di Arrigoni – viene indicato come luogo sul quale posizionare un nuovo ecomostro, il sito di Fosso Sejore. Ancora una volta viene deliberatamente oltraggiato il volere dei cittadini che si sono espressi più volte in modo contrario allo scempio proposto. Il governatore della Regione Ceriscioli non trova di meglio che affidarsi ad un “algoritmo” per decidere dove piazzare l’ospedale dando vita all’ennesimo teatrino, all’ennesima farsa dopo che per il progetto, e per le varie analisi del luogo, si sono bruciati milioni di euro in termini di risorse pubbliche. Il loco indicato lo sappiamo tutti noi cittadini, lo sanno gli amministratori, e lo sanno soprattutto gli operatori del settore, è del tutto inadatto morfologicamente, e logisticamente per accogliere una simile struttura. Inoltre potremmo ribadire ancora una volta mille e più ragioni per esprimere il nostro dissenso sull’ospedale unico, una per ogni singolo cittadino della provincia che ha il sacrosanto diritto di avere una sanità efficiente su tutto il territorio provinciale. Un intervento in pochi minuti in termini di assistenza sanitaria, possono fare la differenza tra la vita e la morte, chiudere i presidi ospedalieri uno dopo l’altro come sta accadendo oggi, vuol dire mettere a repentaglio la vita di tutti i cittadini. Questo continueremo a ribadirlo con forza opponendoci strenuamente all’immane spreco di risorse che dovrebbero essere impiegate per potenziare le strutture già esistenti attraverso migliorie e attirando le eccellenze mediche senza allontanarle come sta accadendo oggi”.

“E’ buffo – continua l’esponente di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale – dover prendere atto che in casa Pd si pensi che il cittadino sia uno sprovveduto con l’anello al naso e che si beva ogni cosa come acqua fresca; cosi come diventa quanto meno irritante vedere come il sindaco di Pesaro Matteo Ricci oggi finga di opporsi alla costruzione dell’ospedale a Fosso Sejore. Le sue dichiarazioni fanno parte solo di una vergognosa finzione. Il progetto ci ricordiamo tutti: è stato deciso da lui e da Ceriscioli quando ancora Ricci era presidente della Provincia, e lo stanno portando avanti insieme fingendo di essere in disaccordo anche oggi. Correva infatti il dicembre 2011, alla conferenza dei sindaci su Marche Nord erano presenti allo stesso tavolo Almerino Mezzolani e Matteo Ricci, oltre a Carmine Ruta, Aldo Ricci e agli amministratori dei Comuni interessati. In primis, Luca Ceriscioli e l’assessore fanese Davide Delvecchio. Ecco cosa dichiarava l’allora Presidente della Provincia: “Ci siamo concentrati sull’accessibilità, non solo rispetto a Pesaro e Fano, ma in ottica provinciale. Il nostro studio specifico è stato sui tempi di percorrenza e sulle opere infrastrutturali necessarie. E’ chiaro che la struttura doveva essere individuata tra le due vie principali, A14 e Statale. Non è possibile una sola via d’accesso. Fosso Sejore era la priorità, perché non stravolge la mobilità. Bastano pochi investimenti, in termini di rotatorie e sottopassi, per sistemare lungo la statale lo svincolo per Fosso Sejore. Dal futuro casello di Pesaro sud puntiamo al completamento dell’interquartieri di Muraglia e alla sistemazione della strada provinciale della Bettola. E dal nuovo casello di Fano nord c’è già la strada per Roccosambaccio. Che va allargata e a cui bisogna aggiungere un piccolo tratto da costruire. Non potevamo presentarci con un piano infrastrutturale più costoso dell’ospedale”. E ancora: “Con questo ragionamento, gli ospedali di polo avranno funzioni e ruoli importanti. Basta discussione sulla collocazione. Si apre una fase nuova, ragioniamo su cosa deve essere l’ospedale del futuro in termini di tecnologia, funzioni, organizzazione…”. Dunque come già detto, questo è il solito teatrino che arrecherà ancor più danni se possibile, ai cittadini”. Firmato Fabio ArrigoniFratelli d’Italia-Alleanza Nazionale Pesaro.

Tags: , , ,

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>