F1, Hamilton vince ad Austin e tiene aperto il campionato. Vettel quarto

di 

24 ottobre 2016

AUSTIN (Usa) – Lewis Hamilton vince il GP degli USA a Austin e rosicchia sette punti al compagno Rosberg, leader del Mondiale e oggi secondo, terzo il sempre positivo Ricciardo con la Red Bull. Questo è quanto recita la classifica del gran premio di Austin in Texas, dove il campione in carica “spara” una delle quattro “cartucce” a sua disposizione prima della resa dei conti, colpendo di “striscio” Rosberg, che a sua volta può controbattere all’ attacco già da domenica prossima in Messico.

Lewis Hamilton

Lewis Hamilton

Fin dalle prove di ieri, come ormai è consuetudine tutti gli occhi erano puntati sulla sfida dei due piloti Mercedes, con la possibilità come è già accaduto, di un eventuale inserimento della Red Bull e ripetiamo come è consuetudine è stato. Una Ferrari ormai rassegnata chiude quarta con Vettel, mentre Raikkonen è stato vittima di uno dei tanti e forse troppi errori che quest’anno fanno parte di questo travagliato e deludente campionato del Cavallino. Questa volta protagonista negativo è stato il box che ha fissato male lo pneumatico posteriore durante l’ultimo pit-stop del finlandese, costringendolo a parcheggiare la sua SF16-T all’uscita della corsia box. Peccato perché Raikkonen stava compiendo una gara diciamo incisiva per le possibilità che gli offre la sua macchina, un errore che fa perdere altri punti utili per provare a riacciuffare la Red Bull e soldi per la multa prevista in questi casi, con i “bibitari” sempre più avvantaggiati nella lotta per la conquista del secondo posto nel Mondiale Costruttori. Anche il Team anglo-austriaco vede il traguardo con una sola macchina, dopo il ritiro di Verstappen per rottura della Power Unit, però lo fa ottenendo come detto i punti pesanti dell’ultimo gradino del podio. Adesso sono ben cinquanta le lunghezze di vantaggio che la Red Bull ha nei confronti della Ferrari, la matematica con tre gran premi alla fine non condanna ancora la “Rossa”, ma visto come stanno andando le cose a nostro parere, dalle parti di Maranello, c’è da preoccuparsi.

Rosberg, ancora leader

Rosberg, ancora leader

Ancora tre gare: Messico domenica prossima, poi Brasile il 13 novembre e Abu Dhabi il 27, per seguire la lotta Rosberg- Hamilton per il Moniale e Red Bull-Ferrari per la seconda piazza del Costruttori, senz’altro visti i protagonisti, la prima è quella diciamo più entusiasmante, la seconda da nazionalisti auguriamoci pure, ma purtroppo al momento forse la più scontata. Analizzando la classifica grande gara di Alonso quinto, capace come sempre lottando da par suo, di dare sempre più fiducia ad una McLaren-Honda ormai sempre in crescita certa, confermata anche dal nono posto del pre-pensionato Button. Ottimo sesto posto anche per il giovane Sainz con la Toro Rosso, settimo l’altro pre- pensionato Massa con la Williams, ottavo chiude Perez con la Force India, che conta ancora dieci punti sulla Williams per l’importante in termini di premi in denaro, quarta posizione nel Costruttori. Decimo Grosjean con la Haas- Ferrari che ottiene un punto nel primo gran premio di casa per il neonato team a stelle e strisce.

ORDINE D’ARRIVO G.P. USA AUSTIN

1)      HAMILTON-MERCEDES

2)      ROSBERG-MERCEDES

3)      RICCIARDO- RED BULL

Vettel quarto ad Austin

Vettel quarto ad Austin

4)      VETTEL- FERRARI

5)      ALONSO- McLAREN-HONDA

6)      SAINZ- TORO ROSSO

7)      MASSA- WILLIAMS

8)      PEREZ- FORCE INDIA

9)      BUTTON- McLAREN- HONDA

GROSJEAN- HAAS- FERRARI    

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>