Venerdì a Palazzo Gradari il convegno “Pubblica amministrazione e avvocatura su unioni civili e convivenze”

di 

26 ottobre 2016

PESARO – Venerdì 28  ottobre, a Palazzo Gradari (salone nobile), a partire dalle ore 10 (e fino alle 13), è in programma un convegno  dal titolo “Pubblica amministrazione e avvocatura su unioni civili e convivenze”, incentrato sulla recente legge n.76 (del 20-5-2016) contenente la regolamentazione delle  unioni civili tra persone dello stesso sesso e la disciplina delle convivenze.

All’iniziativa, organizzata dal Comune di Pesaro insieme all’ordine degli Avvocati di Pesaro, con il contributo dell’Osservatorio nazionale sul diritto di famiglia  – Avvocati di famiglia sezione di Pesaro, prenderanno parte anche le assessore comunali Giuliana Ceccarelli (Crescita) e Sara Mengucci (Solidarietà). A portare i saluti il presidente dell’Ordine degli avvocati di Pesaro Danilo Del Prete, mentre a introdurre e moderare sarà la presidente della sezione di Pesaro nonché coordinatrice regionale dell’osservatorio Nazionale sul diritto di famiglia, Annunziata Cerboni Bajardi. Primo relatore il prof. Enrico Al Mureden, ordinario di diritto civile all’università di Bologna che interverrà su “Aspetti sostanziali della nuova legge sulle unioni civili e convivenze”. Seguirà il prof. Claudio Cecchella, ordinario di Procedura civile all’università di Pisa che parlerà dei “profili processuali ed applicativi”. Infine Paola Lucchi dell’ufficio anagrafe del Comune di Pesaro componente Anusca (Associazione nazionale ufficiali di stato civile e d’anagrafe) che racconterà “l’esperienza del Comune di Pesaro”.

“La legge, frutto di una lunga e complessa  vicenda parlamentare – scrive l’avv. Annunziata Cerboni Bajardi, – rappresenta una delle più importanti riforme del diritto di famiglia dal 1975. La normativa infatti, riconosce diritti fondamentali della persona quali quello per tutte le coppie di svolgere la propria vita familiare in contesti diversi dal matrimonio che abbiano comunque un riconoscimento legislativo, cioè le convivenze, e quello per le coppie omosessuali di esprimere la propria personalità e identità formalizzando il loro legame affettivo familiare attraverso la costituzione di unioni civili”.

E proprio in considerazione della portata della legge nell’ambito del diritto di famiglia e della necessità di approfondire in modo costruttivo  l’importante novità legislativa e i relativi profili applicativi, l’Avvocatura pesarese e il Comune hanno ritenuto indispensabile un confronto, anche con riferimento all’esperienza locale, visto peraltro che la città di Pesaro ha già dato  dimostrazione di  accogliere e recepire i mutamenti sociali e legislativi intervenuti  nel settore familiare.

“Questo convegno è un’occasione importante di confronto – dicono le assessore Ceccarelli e Mengucci –, un momento di approfondimento che ci permetterà di esaminare, insieme all’ordine degli avvocati la nuova legge nel dettaglio, valutando le modifiche  e l’impatto nell’ambito del diritto della famiglia, e quali potrebbero essere i cambiamenti a livello sociale”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>