Turismo, l’assessore regionale Pieroni: “Pesaro in crescita del 5,5%”

di 

28 ottobre 2016

PESARO – “Dati in crescita nel 2016 per la città di Pesaro sul turismo: più 5.5 per cento sul 2015. Risultato migliore dell’ambito provinciale dove l’aumento, rispetto alla stagione passata, è stato del 4,5 per cento circa”. Lo dice l’assessore regionale Moreno Pieroni intervenendo agli Stati generali del Turismo a Villa Cattani Stuart.

“Siamo nella direzione giusta, dobbiamo essere costanti e determinati», il primo commento del sindaco Matteo Ricci. “Ora va ricalibrata l’agenda regionale, alla luce degli eventi legati al sisma – spiega Pieroni – Dopo il 25 agosto, in località come San Benedetto, a pochi chilometri dal terremoto, c’è stato un crollo delle prenotazioni di più del 60%. Un trend che si è trascinato fino a Porto Recanati e Civitanova. Ed è poi gradualmente diminuito dal Conero in su». Per l’assessore, dunque, necessario rimodulare l’approccio su promozione e accoglienza, «considerato che il sisma viene associato a tutta la regione nella percezione collettiva. E questo di certo non aiuta. Ma  bisogna avere la forza di ripartire”.

ORIZZONTE

Sulla promozione, prosegue, “vanno potenziati gli investimenti in Italia e all’estero. Specie nei Paesi più congeniali come Germania e Nord Europa. Sul punto abbiamo definito una serie di grandi azioni sul triennio 2017- 2019, per circa 4 milioni di euro, attraverso fondi europei. Andremo alla Bit, ma coglieremo sulle mostre anche altre opportunità sul piano internazionale”. Sugli Iat: “Serve una rivisitazione attraverso il collegamento al sistema dei privati, mantenendo però la regìa pubblica.  Non saranno ridotti: vanno  animati, con orari da modulare a seconda della loro collocazione nei territori. Investiremo finanziamenti a breve”. Ulteriore obiettivo è “costruire un percorso collegato alle ‘ciclovie’, mettendo in rete le ciclabili. Entro due settimane, in giunta, porteremo la delibera per i bandi relativi”. Secondo l’assessore, “vanno creati momenti e percorsi di destagionalizzazione”. Infine: “Stiamo predisponendo il triennio della Cultura: per il 2017 valorizzeremo la figura del Salvi. Poi Rossini nel  2018. Nel 2019 avremo i 200 anni dalla scrittura dell’ ‘Infinito’. Il 2020 sarà dedicato a Raffaello”.

LA RICERCA

Presentato il sondaggio su “soddisfazione e caratteristiche” dei turisti in vacanza a Pesaro nell’estate 2016, condotta da Sigma Consulting. Dice Alberto Paterniani, direttore dell’istituto di ricerca: “Oggi l’offerta turistica pesarese è più appetibile per ‘Baby boomers’  (nati tra il 1945 e il 1965; rappresentano il 35% del totale dei vacanzieri in città) e ‘X generation’ (nati tra il 1965 e il 1980; sono il 30% dei turisti a Pesaro). Se i ‘Veterans’ (nati tra il 1920 e il 1045) denotano una presenza del 16%, allineata al trend del mercato, i ‘Millenials’ (nati tra il 1980 e il 2000) appaiono ampiamente sottorappresentati (15%), con 10 punti percentuali in meno rispetto al potenziale. Un target, dunque, con ampi margini di crescita”. Ancora: “Prevale la dimensione familiare (73% del totale: coppie al 36%; famiglie con figli al 37, ndr). L’età media si attesta intorno ai 53 anni. Un turista su quattro è in vacanza a Pesaro con un gruppo”.

Il 52% del totale dei vacanzieri può definirsi “fedele”: “Il 32% è stato qui altre volte e torna ogni tanto, il 20 sceglie la città ogni anno. Gli esordienti sono il 48%”. Internet è la modalità di prenotazione utilizzata dal 29% dei turisti (ma dal 52% degli stranieri, ndr), la maggior parte dei quali (71%) si dichiara appartenente al ceto medio: “Cortesia, qualità delle strutture e offerta artistica e culturale sono i tre elementi a cui i vacanzieri danno più peso. Il 66% dei turisti conosceva Pesaro prima di sceglierla come meta di vacanza. “Ma tra ‘esordienti’ e ‘fedeli’ le immagini percepite sono diverse: per i primi, che osservano la città da lontano, Pesaro è Rossini, arte e cultura nei dintorni, Valentino Rossi. Per i secondi, ossia quelli che la vivono da vicino e la conoscono meglio, Pesaro è mare, spiagge, tranquillità, Rossini e cultura in città”. Sulle ciclabili: “E’ l’elemento che ottiene la valutazione migliore (8,86) ma, allo stesso tempo, quello che catalizza le lamentele per l’indisciplina dei ciclisti e le criticità nella convivenza con auto e pedoni”.

Conclusione: “La soddisfazione complessiva è mediamente elevata: 8,5 su una scala da uno a dieci. L’ospitalità, l’appeal del centro e le aree di fruizione turistica, come piazzale della Libertà e viale Trieste, rappresentano i punti di forza. L’offerta di intrattenimento, i parcheggi in zona mare, la vetustà del comparto ricettivo sono le debolezze. Il 64% di chi risponde tornerebbe in vacanza”.

PROGRAMMAZIONE

Nel calendario degli eventi 2017, reso noto dal vicesindaco Daniele Vimini, tra le altre manifestazioni conferme per Coppa del Mondo di Ginnastica Ritmica, Mezzanotte Bianca dei Bambini, Pesaro Doc Fest, Notte Rosa, Popsophia, Palio dei Bracieri, Candele Sotto le Stelle, Sunride, Rocca Costanza Scena Aperta. La Mostra del Nuovo Cinema si terrà dal 17 al 25 giugno, il Rossini Opera Festival dal 10 al 22 agosto. I mondiali di Ginnastica Ritmica sono in programma dal 30 agosto al 3 settembre all’AdriaticArena.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>