Il grande volley torna a Pesaro. Sorridono Ricci e Della Dora: “Orgoglio per la città europea dello sport”

di 

29 ottobre 2016

Ricci e Della Dora al Coni

Ricci e Della Dora al Coni

PESARO – “Continueremo a candidarci per intercettare grandi manifestazioni”, ha ripetuto Matteo Ricci agli Stati generali del turismo, presentando i mondiali di ginnastica ritmica 2017. L’ultimo evento assegnato alla città risale a poche ore fa: il consiglio federale della Fipav ha deliberato che la tappa italiana della World League si terrà a Pesaro, dal 2 al 4 giugno del prossimo anno. Le nazionali maschili di Italia, Brasile, Polonia e Iran si sfideranno quindi all’Adriatic Arena, sede unica, nella formula del girone all’italiana (due incontri al giorno).

“Il grande volley torna a Pesaro nell’anno della città europea dello sport. E’ una grande soddisfazione, perché si tratta dell’evento pallavolistico più importante del prossimo anno, prima dei mondiali 2018. Un risultato che dimostra l’attrattività della città e la credibilità dei nostri impianti, su cui continuiamo a investire”, commentano il sindaco e l’assessore al Benessere, e quindi anche allo Sport, Mila Della Dora. Per gli Azzurri sarà una rivincita della finale olimpica del 2016, persa contro i verdeoro. Ma i ragazzi di Blengini ritroveranno anche l’Iran, sconfitto ai quarti, e la Polonia campione del mondo.

Dice Franco Brasili, presidente Fipav Marche: “E’ un riconoscimento alle Marche del volley e alla città di Pesaro. Sarà uno spettacolo di alto livello: si incontreranno quattro tra le nazionali più forti del mondo. Un’occasione unica anche per i giovani delle scuole e delle società. In tanti arriveranno da fuori regione”.

Il sindaco insiste sulla città europea dello sport 2017. E sarà a Roma l’8 novembre per ritirare il premio: “Ora l’obiettivo è costruire una programmazione specifica insieme alle altre città vincitrici. Una sorta di circuito ad hoc sportivo e turistico, con il supporto del Coni. Ho già parlato con i sindaci delle altre città (Cagliari, Aosta e Vicenza), è una volontà condivisa. Dalla competizione passeremo al gioco di squadra”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>