Ospedale unico, l’appello ai sindaci di Ambiente e Salute: “Cambiate metodo”

di 

29 ottobre 2016

L'area di Fosso Sejore dove sarebbe costruito l'ospedale unico

L’area di Fosso Sejore dove sarebbe costruito l’ospedale unico

Il Gruppo “Ambiente e Salute”, costituito dalle Associazioni Circolo Rosso e Verde, Italia Nostra Pesaro-Fano, La Lupus in Fabula, Legambiente Pesaro e WWF Soci Pesaro, fa un appello ai sindaci per la questione dell’ospedale unico:

APPELLO AI SINDACI: IL BUON SENSO E’ CAMBIARE METODO

Il gruppo Ambiente e Salute, in vista di una nuova Conferenza d’area vasta, ribadisce la propria ferma contrarietà sia a Fosso Sejore che all’algoritmo con cui è stato selezionato, e la propria adesione al modello ospedaliero policentrico.

Ci auguriamo – affermano i componenti – che si eviti un’imbarazzante replica di quanto accaduto il 17 ottobre, e non si chieda per la seconda volta ai sindaci di rendersi corresponsabili di un processo decisionale confuso e basato su analisi insufficienti, metodologicamente sbagliate, e ormai superate dal tempo.

 

Un processo decisionale lacunoso, in cui a nostro parere si stanno delineando i presupposti per un futuro ricorso in tutte le sedi competenti per le verifiche di conformità ai dispositivi legislativi vigenti. 

Un processo decisionale privo  anche di un confronto importante ed esplicitamente richiesto dalla Regione anni fa, ma già trascurato nel 2012 con la localizzazione a Fosso Sejore, e senza il quale riteniamo che qualsiasi decisione potrebbe essere facilmente contestabile.

Manca infatti il confronto tra i costi – benefici, con una prima quantificazione della spesa e i tempi necessari per la realizzazione delle opere di adeguamento, da effettuare prima della scelta definitiva dell’area. E non si tratta di spese di poco conto perché per rendere un sito idoneo ad ospitare un ospedale da 500 posti letto, oltre alla disponibilità dell’area occorrono nuove strade, reti di trasporti pubblici, opere di adeguamento idrogeologico, strutture di fondazione e impianti idonei ai vari contesti.

Per queste ragioni, in attesa di una Conferenza d’area vasta che finalmente discuta dell’organizzazione dei servizi sanitari, rivolgiamo ai sindaci e ai consiglieri comunali una proposta da sottoporre alla Regione, denominata “SANITA’ – UN NUOVO METODO PER DECIDERE INSIEME”. Un metodo che certo non prevede il ricorso ad algoritmi e cosiddetti parametri correttivi, perché si basa sulle buone pratiche della progettazione partecipata e trasparente.

Gruppo “Ambiente e Salute” costituito dalle Associazioni Circolo Rosso e Verde, Italia Nostra Pesaro-Fano, La Lupus in Fabula, Legambiente Pesaro, WWF Soci Pesaro

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>