F1 Gp del Messico: arriba, arriba Hamilton

di 

30 ottobre 2016

Solita e strepitosa prestazione delle Mercedes con Hamilton che precede Rosberg, un risultato che fa da anticipo per la sfida che domani sul circuito “Pedro e Ricardo Rodriguez”, vedrà impegnati i due galletti della Mercedes, che senz’altro faranno di tutto per offrire spettacolo. Rosberg correrà da ragioniere amministrando i 23 punti di vantaggio che ha rispetto ad Hamilton o vorrà mostrare che può essere veloce ed aggressivo quanto lo scomodo compagno?

Da parte sua Hamilton, costretto ad inseguire proverà il tutto per tutto, mettendo in pista la sua aggressività e classe per agguantare in extremis il quarto titolo. Dietro ai duellanti seconda fila tutta Red Bull, con Verstappen che per alcuni momenti sembrava in grado di potere fare il colpaccio, il giovane olandese precede Ricciardo, veloce e sempre simpatico con le sue scenette dei giorni precedenti. Chi non ha niente da ridere e festeggiare è come sempre quest’anno la Ferrari, sembrava dalle libere di ieri che Vettel e Raikkonen fossero in grado di fare finalmente una qualifica “decente”.

Vettel in Q2 è stato anche autore di un buon giro, occupando a lungo la terza piazza, poi il “buio”, nell’ultimo quarto d’ora quello che conta, Raikkonen annaspa con la sua SF-16T che come solito non riesce a mandare in temperatura gli pneumatici, concludendo sesto. Vettel settimo, delude maggiormente perché mentre il compagno si è sempre barcamenato in quinta-sesta posizione, il pluricampione tedesco come detto sembrava potesse ambire ad una posizione migliore.

Un risultato che se non sarà ribaltato domani, permetterà molto probabilmente alla Red Bull di aggiudicarsi matematicamente il secondo posto nel Campionato Costruttori, unico obbiettivo lasciato dalla Mercedes pigliatutto. Decisamente un anno da dimenticare con tutti i tifosi della Rossa ormai rassegnati, ai quali non rimane che sperare come da nove anni a questa parte nel prossimo campionato. Domani è annunciata pioggia che potrebbe sconvolgere un po’ tutta la gara, ed i piani della coppia Mercedes, favorire la Red Bull unica quest’anno ad aver battuto per due volte l’armata tedesca e andare in soccorso della Ferrari per riportare un sorriso ai suoi fans. Fanno parte della  top ten l’ottimo Hulkenberg quinto con la Force India, le Williams di Bottas ottavo e Massa nono, decimo l’atro “ragazzino” Carlos Sainz con la Toro Rosso. Doppia diretta SKY e Rai alle 20 di domani sera.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>