Il cimitero di Ferretto e l’impossibilità di pregare davanti alle tombe ad Ognissanti

di 

31 ottobre 2016

Davide Del Vecchio, Marianna Magrini, Alberto Santorelli*

20161031_085812FANO – Abbiamo presentato una interrogazione perché non è accettabile che durante le festività di Ognissanti, Il Comune di Fano impedisca ai cittadini di pregare davanti le tombe dei propri Cari nel Cimitero di Ferretto.

Infatti lo spettacolo che si presenta entrando nello storico cimitero di Ferretto è allucinante, le tombe coperte da teli e impalcature edili che impediscono l’accesso e la visibilità alle tombe dei propri cari, anche semplicemente per lasciare i fiori nei vasi delle tombe.

20161031_085656Una situazione assurda ma evitabile, infatti dopo che c’è stato lo sblocco del patto di stabilità con i soldi lasciati dalla precedente giunta, il comune di Fano aveva predisposto un progetto di risanamento conservativo per il Cimitero di Ferretto con delibera di giunta n. 525 del dicembre 2015 per € 100.000,00 e con determina n. 388 del 8/3/16 era stata appaltata per € 75.200,00 con inizio del lavori il 04/07/2016, ma, ad oggi poco o nulla è stato fatto ed è stato lasciato il cantiere aperto durante le feste.

Chiediamo al Sindaco di intervenire immediatamente per risolvere questa vergognosa situazione e dispiegare i motivi di gravi disservizi, nonostante le tante risorse a disposizione.

La strada del cimitero

La strada del cimitero

Inoltre non ci spieghiamo il perché la strada per il Cimitero di Ferretto sia stata asfaltata, ma interrotta ad 1,5 km prima di arrivare al cimitero, lasciando il resto della strada pieno di buche e avvallamenti, è assurdo sperperare i soldi dei cittadini in questo modo.

*Consiglieri comunali Progetto Fano e Insieme per Fano – Udc

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>