Pesaro Rugby, Battisti: Ci siamo guardati in faccia e ho visto un gruppo che darà il 200% per rifarsi

di 

1 novembre 2016

PESARO  – Quaranta minuti di riunione per capirsi, per scuotersi e per ribadire che si sta remando tutti dalla stessa parte. E’ stato questo l’anomalo “terzo tempo” che è seguito alla sconfitta con i romani della Primavera. La quinta su cinque esperienze domenicali di serie A per la Paspa Pesaro Rugby.

Domenica siamo tornati a commettere errori e incomprensioni che reputavamo superati – analizza il 31enne ‘veterano’ giallorosso Simone BattistiMa sono rinfrancato da come ci siamo guardati in faccia. E in quaranta minuti di accesa riunione ho visto le facce di un gruppo che darà il 200% per uscire da questa situazione”.

Sulla sconfitta con la Primavera, Battisti analizza come “obiettivamente di fronte avevamo la squadra migliore che ho visto dopo L’Aquila, ma io resto convinto che se giochiamo il nostro rugby abbiamo poco da invidiare alle nostre avversarie. Con la Capitolina e il Gran Sasso ci è riuscito, poi l’inesperienza non ci ha aiutato. Con la Primavera invece siamo soprattutto scivolati in incomprensioni tecnico-tattiche: c’erano schemi precisi da applicare quando invece, per diversi problemi d’amalgama, in campo abbiamo finito per fare tutt’altro”.

Simone Battisti (Foto Chiara Volpi)

Simone Battisti (Foto Chiara Volpi)

Simone Battisti è il recordman di presenze della Pesaro Rugby con cui gioca dalla bellezza di dodici anni; dalla serie C alla serie A. E l’esperienza del passato è il promemoria utile a non scoraggiarsi: “Oggi siamo in A, ma io c’ero anche quando in B abbiamo subito 7 sconfitte consecutive. Oggi come allora perdere deve sempre servire a insegnare qualcosa e voglio prendere queste prime 5 gare in serie A come un rodaggio più lungo del previsto

Domenica secondo match consecutivo in casa contro l’Ottopagine Benevento: “E’ un’occasione fondamentale per sbloccarci. E lo è per mille motivi. Perché se va male anche domenica avremo un mese di pausa in cui rischiamo di rimuginare senza possibilità di rifarci”.

Battisti però domenica non ci sarà. Impegni personali lo porteranno infatti a raggiungere la sua famiglia in Lussemburgo: “Avevo il magone sapendo di non poterci essere. Dopo la riunione di domenica parto però molto più fiducioso del fatto che i miei compagni metteranno in campo tutto quella cattiveria agonistica che servirà

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>